Muro dei tifosi
         

genovasiamonoi21/09 - 17:10

r: Pattinella - 16:22  

Sarà come dici tu...
Ma io adesso quando vado allo stadio sto stipato in gradinata. Qualche anno fa no...
Quando fuori Genova, dove lavoro da sempre, dico che tifo Genoa non mi sento più rispondere "sì, ok, ma in serie A per chi tifi?". Cosa che invece prima accadeva con disarmante regolarità.
E sono tutte cose che mi paiono sostanza, bella e buona. Non certo espedienti dialettici...


cuorerossoblu6521/09 - 16:45

Formazione per domenica?  

Sandro finalmente in campo? Con ai suoi lati chi?


redblue7121/09 - 16:28

Il Genoa nel mondo  

Un piacere quando a santa Maria Capo Verde mi chiedono da dove vengo. Dico Genova. Subito mi dicono Genoa, calcio. In Brasile a Salvador un locale in giro 10 anni fa con la maglia del Genoa sponsor Gaudi. Due volte a Bangkok due tassisiti chiedendomi da dove vengo. Dico Genova. Subito Genoa, football. A Dublino idem in un negozio. Sono rimasto stupito. Non sono storie inventate. E' la verita'.


Pattinella21/09 - 16:28

r: redblue71 - 16:19  

Non dimenticherei che le basi di quel Genoa erano state poste da Sandokan Silvestri! E su basi economiche povere assai. Sbaglio o il denaro, allora, era solo quello dei botteghini?
Niente milioni dalle TV, sia pur mal distribuiti.
Un hurrah per il fenicico Grifone!


Pattinella21/09 - 16:22

r: genovasiamonoi - 15:42  

La vita non è bianco e nero, ma rosso blu. Non è una battuta. Non è aut aut, ma et et. Ridurre le questioni al bianco o nero è un buon espediente dialettico, ma niente di più.
Un hurrah per il fenicico Grifone!


redblue7121/09 - 16:19

Claudio Onofri.  

Ha ragione. La formazione con Pruzzo e Damiani era forte. Devo dire che il presidente Renzo Fossati che, fa parte della mia infanzia e sebbene subisse anche contestazioni giuste per carita', fu anche scalognato perché con quelle formazioni avrebbe potuto ottenere qualcosa in più.' In panchina poi c'era una persona seria e competente come Gigi Simoni. Persona d'altri tempi.


Franci,Becattini,Monardi21/09 - 16:13

a proposito di Vandereycken  

e del fatto che sia rimasto legato al Genoa, c'è un aneddoto che la dice lunga al proposito.
Belgio ed Olanda si trovano a spareggiare per la qualificazione ai Mondiali messicani del 1986. All'andata, belgi vittoriosi in casa 1-0; al ritorno 2-1 per gli olandesi ma per la regola del gol in trasferta, l'aereo per il Messico lo prendono i primi.
Nella cui formazione figura appunto Vandereycken.
Ricordo bene il servizio dell'inviato
della Gazzetta dello Sport che riferì come in sala stampa Renè si fosse presentato a lui per le interviste del dopo partita indossando la maglia del Genoa.
Inoltre, se non ricordo male, fu lui a segnalare alla Società Michael Goossens.



Claudio Onofri21/09 - 16:10

Redblu71  

Assolutamente si... uno dei miei più grandi rimpianti dei miei 9 anni al Genoa... ma pure con Pruzzo e Damiani potevamo fare ancora molto meglio... se facessimo una top team di quel periodo... uhm Europa sicuro e Champions ogni tanto... Martina, Testoni Nela Onofri, Damiani Peters Vandereycken Jachini, Briaschi Pruzzo... oltre a Nela e Antonelli... tanta tanta roba!!!!


SoulG21/09 - 15:55

Il Gila si ritira  

Grazie per essere stato uno di noi.
E grazie per la tua serietà e abnegazione
-
link segnalato: https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/20-09-20...


redblue7121/09 - 15:55

Claudio Onofri  

Intanto saluto con molto piacere. Faccio una domanda da semplice tifoso. Avevo 10 anni all'epoca in qui lei giocava insieme a Peters e Vandereyken. Me la ricordo quella formazione.Era equilibrata in ogni reparto. Bestemmio se dico che se quei due avessero giocato insieme e non avessero avuto quei maledetti infortuni quel Genoa si poteva all'epoca giocare un posto in Uefa? Saluti.


Claudio Onofri21/09 - 15:46

René - Jan  

Jan Peters uno dei più forti stranieri arrivati in Italia di tutti i tempi avanti anni luce come la sua Olanda tecnicamente e tatticamente l'entrata a scivolone che per noi ai tempi era praticamente sconosciuta per lui era un fondamentale straordinario non faceva mai fallo prendeva sempre la palla pulita... René fortissimo tatticamente fenomenale un lancio di 40/50 metri preciso al millimetro e persona eccellente... li sento spesso al telefono e Jan un paio d anni fa è venuto a trovarmi e abbiamo cenato insieme ai Bagni Italia, mentre René sono andato a trovarlo io a casa sua in Belgio... sono rimasti molto legati a Genova e ai colori rossoblu... bei tempi davvero!!!!


genovasiamonoi21/09 - 15:42

r: Pattinella - 11:40  

Scusa, ma anche qui troppo facili le obiezioni.
Purtroppo o è bianco o è nero.
Altrimenti anch'io a momenti mi becciavo Belen...
O vai in B o resti in A.
Noi siamo rimasti sempre in A.
I sucidi nel 2011 sono andati in B.
Provate a dirmi che è la stessa cosa...


robinhood21/09 - 15:40

Ricordi  

Qualche ricordo bello?
NNooo? Domando eh.



michelce21/09 - 15:39

Uno dei concetti  

Totti;
I giocatori sono bestie, sono bastardi, ma mi portano rispetto. Io ero come loro, li conosco bene, conosco il loro linguaggio segreto fatto di occhiate, mezze parole. E cerco di rendermi utile. Nello spogliatoio adesso si parla quasi solo inglese. Se non lo sai non capisci un cazzo. E si fa meno gruppo. In ritiro ognuno si isola in camera sua col telefonino... a navigare a mandare messaggi".


zeno189321/09 - 15:39

Classifica  

Se non ricordo male, una volta c'era un altro criterio per stabilire la classifica, altro che "avulsa" , ed era la MEDIA INGLESE!
Era facile da applicare, ma evidentemente al palazzo non andava bene!


genovasiamonoi21/09 - 15:38

r: ruspa steve - 12:29  

Non si può fare un ragionamento col senno di poi, perchè le cose si fanno col senno di prima.
La società Genoa OGGI sa PRIMA di iniziare ogni campionato quali sono le regole del gioco.
Così come le sapevano la società degli anni '80 e '90: PRIMA di iniziare la stagione, le cose si sanno e si devono calcolare PRIMA.
Solo che quella di oggi si salva, quelle di prima no.
Facile obiezione: secondo me se l'attuale proprietà si fosse confrontata con regole più stringenti (=salvezze più difficili) si sarebbe attrezzata per salvarsi comunque(=al limite allestendo una rosa più competitiva).


Genoanodocdel193221/09 - 15:14

Zekerwolf - 14,36 manipolazione classifiche  

A conferma di quanto hai scritto mi permetto di aggiungere il testo di un mio post di qualche anno fa, ma attuale nel concetto.
Inutile dire che, per me, le classifiche si devono fare con l'ausilio della differenza reti (quoziente reti come l'avevano chiamata i fondatori del calcio!).
La classifica avulsa e una c... ta pazzesca, come direbbe Fantozzi, basta osservare come tale criterio non è applicabile durante il campionato e può solo manipolare la classifica a torneo concluso.
Un abbraccio genoano.

"Nella classifica attuale la Lazio viene collocata prima del Genoa e quindi, al momento, classificata per la coppa Uefa. Lazio e Genoa sono a pari punti ma la differenza reti è favorevole ai romani.
Giusto. Giustissimo!
Da quando è stato inventato il calcio le classifiche sono state fatte così. Lo impone anche la logica. Oltre che il buon senso. Tra l'altro è il solo modo possibile di compilare una classifica dopo qualunque giornata del campionato (cosa impossibile usando la classifica avulsa)
Solo al Genoa è stato riservato un trattamento differente e del tutto sbagliato. E' stato quando ci siamo classificati “quarti” nella classifica finale e quindi meritevoli dei preliminari di CL.
In quella occasione eravamo finiti a pari punti con la Fiorentina che però aveva una differenza reti peggiore della nostra.
Non si discute, con la regola centenaria dettata dagli inventori del calcio, noi eravamo quarti e i toscani quinti! Poche storie!
Purtroppo uno scienziato della Federazione europea aveva tirato fuori la classifica avulsa per favorire la Fiorentina. Preceduto soltanto dall'arbitro dell'incontro Genoa – Fiorentina che aveva prolungato il tempo di gioco ben oltre i minuti previsti per consentire ai viola di pareggiare un incontro che stavano meritatamente perdendo.
Poi, evidentemente, quel criterio è stato abbandonato perché altrimenti oggi noi saremmo davanti alla Lazio che abbiamo battuto in campionato e quindi sotto per classifica avulsa.
Ma guarda cosa sono andati ad inventare. Avulsi sono loro, quelli che fanno certe regole. Sono avulsi dal buon senso oltre che dalla logica."

"


Rossoblù SP21/09 - 14:58

r: zekewolf - 14:36  

Straordinario, a leggerlo così d'un fiato c'è da non crederci.... certo che sicuramente non ce l'hanno con noi ( e perchè mai poi) ma cambiare sempre le regole del gioco e che a prenderlo in quel posto siamo sempre noi un po' di sospetto lo fa venire....
Vabbè, siam sempre qui a gridare DORIA MERDA....


Yanez7121/09 - 14:54

solito c... lo  

in casa Rube...chi deve stare fuori per 4 settimane per infortunio, essendo stato squalificato per 4 turni? Douglas Costa, mica un altro….


keegan21/09 - 14:40

zekewolf  

nel 1995 saremmo stati salvi tranquilli se proprio quell'anno non avessero messo i tre punti...


zekewolf21/09 - 14:36

r: pedro - 11:49  

Nell'84 retrocedemmo per gli scontri diretti, grazie appunto al rigore su Manfredonia all'Olimpico.

Giusto per sottolineare la fortuna che storicamente ci corre dietro:

1977-78: Genoa e Fiorentina a pari punti, Genoa in vantaggio negli scontri diretti, retrocede per differenza reti (per un gol)

1983-84: Genoa e Lazio a pari punti, Genoa in vantaggio nella differenza reti, retrocede per gli scontri diretti

1994-95: Genoa e Padova a pari punti, Genoa in vantaggio negli scontri diretti e nella differenza reti, retrocede allo spareggio (ai rigori)


miguel9921/09 - 14:31

Mimmo  

Ora in diretta su radio24


keegan21/09 - 14:29

difensori  

non so i difensori degli anni '80, ma sono convinto che buona parte dei difensori italiani degli anni '60 e '70 la palla col gioco di oggi non la vedrebbero proprio mai.
Sapevano solo stare attaccati al culo degli attaccanti, oggi verrebbero completamente tagliati fuori... con la palla tra i piedi, poi, solo due soluzioni: tribuna o bisagno.
se penso che negli anni 60-70 giocava in serie A gente come Spanio... non so chi l'ha visto, un'esperienza indimenticabile. col gioco di adesso restava un birillo disperatamente a caccia di qualcuno cui attaccarsi.
poi per carità noi abbiamo avuto una coppia centrale occhetta-colombo che c'era da inchinarsi.


Foxtrot21/09 - 14:21

r: cacelottu - 13:33  

magari sull'impostazione hai ragione ma dalle loro parti non passava uno spillo.
Oggi si privilegiano difensori con piedi da centrocampisti ma quando si tratta di difendere marcano a 3 metri...


iperdrepi21/09 - 14:13

Partite infrasettimanali  

Leggo questo articolo sulla richiesta del Comune a porposito delle partite infrasettimanali a Genova.

Personalmente mi sembra una richiesta abbastanza sensata. Ma a prescindere da questo: se qualcuno può commentare potrebbe mandare aff.. lo tutti quelli che nei commenti scrivono che ce ne abbiamo sempre una?
Ma mìa un po' che razza di pezzi di bratta.
Facciamoci sentire.
Grazie mille.
-
link segnalato: https://www.calciomercato.com/news/genoa-e-samp...


QuintanaRoo21/09 - 14:08

r: marrossoblù - 13:31  

Rene' era belga.


Von Savigny21/09 - 14:07

r: Foxtrot - 12:27  

Erano altri tempi.......


pallina rossoblu21/09 - 14:02

r: Genoa è Ottimismo s.s.p. - 13:36  

E vorrei vedere. E' il minimo . Anche cantanti e attori non genoani ci hanno fatto gli auguri in tv.


QuintanaRoo21/09 - 14:01

r: maritour - 22:36  

Scusami ma Bertolacci in quella lista c'entra un cazzo


Genoa è Ottimismo s.s.p.21/09 - 13:36

Mattia Perin  

Non mi pare si sia dimenticato di noi.... pur essendo alla Juventus...

Forse è troppa l'amarezza per il fatto che se ne sia andato... e poi proprio alla Juve... che offusca un po' la sua immagine... da idolo della Nord a Panchin..(secondo me esagerato questo atteggiamento...ma ci sta...)

ha fatto una scelta. Punto. Ora è un ex... tanti auguri per la sua carriera, speraimo per lui anche in nazioanle...

Adesso abbiamo Marchetti... Forza Marchetti.
-
link segnalato: https://www.instagram.com/p/BnaxnKnnzGW/?hl=en&...


cacelottu21/09 - 13:33

r: ruspa steve - 12:29  

Io francamente tutta sta qualità dei giocatori italiani fine 70 inizio 80 non la ricordo così nitidamente. Ricordo giocatori soprattutto difensori marcatori arcigni e implacabili ma con limiti tecnici molto più evidenti di quelli attuali. Penso a giocatori come Gentile, Brio, Favero, Beppe Baresi, Giacomo Ferri. Giocatori che quando si trattava d'impostare facevano venire i brividi da tanto erano goffi. O forse magari ero troppo giovane e ricordo male


marrossoblù21/09 - 13:31

gli olandesi  

che bei ricordi.. Ad ogni modo Renè e Jan erano proprio forti.. mi è dispiaciuto molto non trovare un capitolo dedicato a loro nel libro dei 125..


gian6321/09 - 13:13

rebel  

devo dire che i prezzi ormai sono lievitati negli ultimi 2 anni in maniera assurda pero secondo me riscattare per " solo" 5 milioni Bessa (buon centrocampista di 25 anni) per me è un affare quando oramai ce ne vogliono almeno 10 per un ragazzino promettente della primavera. Se facesse un campionato normale come sta facendo il suo valore sarebbe ben piu alto di 5 milioni.
Diverso il discorso su Mazzitelli ad oggi è come fosse una promessa di serie A con tt da dimostrare


terza generazione21/09 - 12:42

d'elia  

ogni volta che qualcuno ricorda quella partita con la lazio e quel rigore devo forzatamente loggarmi. la più grande infamia nei ns confronti. forse, l'avrebbero fatta a chiunque altro si fosse trovato in quel momento contro la lazio, che doveva essere salvata. ma questo nulla toglie all'infamia stessa. palese malafede. questi andrebbero cercati, e... va be


Foxtrot21/09 - 12:41

r: El Pardo - 11:56  

Esatto son convinto per esempio che tornasse da avversario Cofie lo applaudiremmo tutti


Foxtrot21/09 - 12:35

r: iperdrepi - 11:28  

Nonostante la retrocessione andai a casa con la mia UNO55S con due sciarpe appese ai finestrini una a destra e una a sinistra e strombazzando.

Avevamo battuto i gobbi vivvaddio!


ruspa_steve21/09 - 12:29

r: genovasiamonoi - 11:18  

Però ti dico la mia e cioè che almeno tre delle rose da noi presentate al via negli ultimi 12 anni, negli anni tra fine anni 70 e fine anni '80 (campionato a 16 squadre, qualità media dei giocatori di serie A altissima) sarebbero non retrocesse bensì precipitate.

Molto più facile oggi dove almeno 3-4 squadre ogni anno non c'entrano nulla con la serie A, spesso squadre inguardabili finiscono addirittura a centroclassifica... veramente improponibile un tempo...


Foxtrot21/09 - 12:27

r: Numero Sei - 09:37  

Eh sì qualche discreto giocatore si è visto anche nell era pre Preziosi
Come numero forse meno ma rimanevano di più mediamente.


superchicco21/09 - 12:22

r: El Pardo - 11:56  

Io ci patisco quando la meniamo in continuazione ai nostri ex, intendo quelli che hanno partecipato in maniera assolutamente positiva alla storia del club, perché dimostriamo una mediocrità di spirito che davvero mal si concilia con la storia della nostra superba città ed essendo una cosa di cui mi vergogno voglio far sapere a chi ci legge che non siamo tutti così.
Non ancora almeno.
Ciao


Rebel189321/09 - 12:22

riscatti  

leggo che il Genoa sarebbe intenzionato a riscattare Bessa per 5 (cinque!) milioni... inoltre abbiamo Mazzitelli da riscattare, pare obbligatoriamente per 8 (otto!) milioni.

semplicemente boh... non gliene darei la metà


iperdrepi21/09 - 11:58

r: pedro - 11:49  

No, non era Genoa-Roma dell'anno precedente perchè mi ricordo molto bene, che ero allo stadio con mio Nonno ed eravamo alla SUD in alto e vidi da lì l'invasione di campo con tutte le persone assiepate a bordocampo fino al fischio finale. Ma io non scesi sul terreno di gioco perchè il nonno non mi lasciò andare per paura che mi facessi male.
Quindi doveva essere un'altra partita perchè appunto io mi ricordo du questa corsa sul prato del vecchio ferraris. E' letteralmente una vita che ci penso, ma non riesco a ricordarmi.


El Pardo21/09 - 11:56

r: superchicco - 09:36  

ciao egregio

gli atteggiamenti, le dichiarazioni, le cose che posti sui social, in buona sostanza "predicare bene e razzolare male"

forse qualcuno si comporta bene forse qualcuno meno, forse alcuni tifosi sono come dire più sensibili a certi atteggiamenti, forse altri se ne fregano

perché sennò non si spiegherebbe questa differenza di sentimenti verso i vari ex.....

guarda, ha sintetizzato perfettamente Anfield ieri sera con questa frase:

Anfield 20/09 - 23:55  

Il problema  
Non é essere ex.
É il modo di andarsene.


GianBruce21/09 - 11:54

r: El Pardo - 11:51  

Ciao , io penso che l'atteggiamento diverso verso i nostri ex di ognuno di noi, sia dovuto proprio dall'atteggiamento dei nostri ex nei nostri confronti. Scusa il gioco di parole.

FORZA GENOA FORZA GENOVA


GianBruce21/09 - 11:50

r: ruspa steve - 10:50  

A proposito del grande nostro Renè, mi vengono in mente anche Renè e Willy Van Da Kerkof, di quei tempi anche loro, grandi anche loro.

FORZA GENOA FORZA GENOVA


pedro21/09 - 11:49

r: iperdrepi - 11:28  

Nella stagione 83-84 vincemmo in effetti l'ultima in casa con la Juve per 2-1 con gol decisivo del giovane Bosetti (che lavorava part time nello stabilimento balneare di famiglia a Paraggi) ma che purtroppo non bastò per evitare la retrocessione in quanto si salvò a nostre spese la Lazio a pari punti ma con differenza reti ( o scontri diretti non ricordo) migliore.
E anche grazie ad una marea di rigori generosamente accordati ai laziali.
Ricordo che il loro rigorista D'Amico quasi vinse la classifica cannonieri grazie appunto alla dozzina e forse più di rigori concessi ai romani, tra cui uno, decisivo proprio contro di noi
all'Olimpico da D'Elia veramente scandaloso per una vergognosa sceneggiata di Manfredonia.
Non ricordo che dopo quel Genoa-Juve vi sia stata una invasione di campo pacifica, mi sembra però molto difficile l'umore non era certo dei migliori
Forse ti riferisci al Genoa-Roma dell'ultima giornata della stagione precedente dove al Ferraris la Roma di Liedholm festeggiò lo scudetto e noi la salvezza e ci fu in effetti una festosa invasione di campo comune (all'epoca i nostri rapporti con i tifosi romanisti erano ancora buoni).
Curiosità: quella, "infelice", vittoria sulla Juve era stata preceduta nelle due stagioni precedenti da altre due vittorie consecutive al Ferraris contro i bianconeri, abbastanza una rarità.
2-1 nel 81/82 (Cabrini, Romano, Pasquale Jachini, bellissima partita)
1-0 nel 82/83 (Antonelli sr.).


Nordisopra21/09 - 11:43

l'anno scorso  

Mi capitó di vedere su raisport sia finale coppa campioni Liverpool Bruges con Vandereychen e Inghilterra Olanda con doppietta di Peters... due giocatori "facili" da vedere... al giorno d'oggi sarebbero irraggiungibili giocatori ECCEZIONALI


Pattinella21/09 - 11:40

r: genovasiamonoi - 11:36  

Guarda che la B, gli anni scorsi, l'abbiamo sfiorata... malgrado le 20 squadre.
Un hurrah per il fenicico Grifone!


genovasiamonoi21/09 - 11:36

r: Pattinella - 11:28  

Fermo restando che hai in gran parte ragione nelle tue considerazioni, il fatto che gli esiti siano DIAMETRALMENTE opposti è a mio avviso oggettivo, proprio a mero rigor di logica.
Serie A <--->Serie B


Pattinella21/09 - 11:28

r: genovasiamonoi - 11:18  

Beh, diversi, diversi... non diametralmente opposti.
Per esserlo dovremmo regolarmente rinforzarci ed in A stare a testa alta, non guardando in basso.
E' vero che sono cambiati i tempi. Ma è anche vero che siamo cambiati anche noi. La Superba ha lasciato il posto alla città dei "maniman". "Maniman o ne vegne un pezu... "
Ed anche, come sempre "Pigia o Zena? Maniman ghe perdo! "
Abbiamo optato per una visione minimalista, come si adatta ad un popolo in decadenza.
Non è un mugugno: è mera constatazione.
Un hurrah per il fenicico Grifone.


iperdrepi21/09 - 11:28

r: ruspa steve - 10:50  

Tra l'altro quel Genoa li in cui giocava anche Vandereycken è per me un "ricordo base". Mi ricordo tutti quei volti che si alternarono in quei tre anni di A, quasi come i grani di un rosario.
Martina Gorin Romano Testoni Corti Onofri Gentile Vandereycken Peters Manfrin Viola Iachini Briaschi Antonelli, Benedetti, senza dimenticare Mario Faccenda e il mio idolo Ciccio Boito, il giocatore del Genoa che ha segnato in assoluto il primo gol che del Grifone ho visto dal vivo.

A proposito non so se qualcuno può confermare un ricordo vago di un lontano Genoa-Juventus 2-1 giocato nel vecchio Ferraris, credo ultima giornata del campionato 1983-84.

Vincemmo con gol del Rapallino Stefano Bosetti al 89', ma alla fine retrocedemmo.
Io non mi ricordo altro se non la rabbia di avere battuto i campioni e di dover comunque retrocedere.
E' possibile che alla fine si fece una pacifica invasione di campo? Ho un ricordo vago di noi che correvamo sul prato del Ferraris, avevo solo 13 anni, non sono sicuro che la partita fosse proprio quella.


Ze Manuele21/09 - 11:21

r: genovasiamonoi - 11:18  

a me invece, anche alla luce del campionato a 18 squadre, fanno pensare che sarebbe bastato poco, forse pochissimo, per fare un salto di qualità e collocarsi stabilmente a livello della Fiorentina, con evidenti possibilità di giocarsi i posto dal 4° all'8° posto.
.
Evidentemente quella volontà non c'è e si preferisce l'attuale dimensione.


genovasiamonoi21/09 - 11:18

r: Pattinella - 10:16  

Credo molto dipenda dal fatto che quando venivano ceduti Pruzzo e Meroni il Genoa era appena retrocesso in B o si apprestava a farlo l'anno seguente.
Invece adesso a fronte delle cessioni di Borriello, Milito, Thiago Motta, Criscito, Palacio, Perotti, Iago Falque, Pavoletti, Simeone, Perin, e chi più ne ha più ne metta, sono 12 anni che giochi stabilmente in serie A.
Questo fa pensare a molti (tra cui il sottoscritto) che le politiche del passato e quella attuale sembrino simili, ma in realtà - NEI FATTI - stanno dando esiti diametralmente opposti. E questo alla fine è l'unica cosa che conta.


ruspa_steve21/09 - 10:50

Renè  

Il mio mito da ragazzino.
Quelli sì erano campioni.
Peccato per l'epilogo... ma ai tempi al recupero dopo un crociato ci credevano in pochi...


Franz21/09 - 10:27

r: Numero Sei - 09:37  

Buongiorno Numero Sei innanzitutto. René si infortunò mi pare di ricordare in una partita con la propria nazionale. Giocatore tatticamente avanti anni luce. Mi ricordo una partita contro la juve dove fece una partita mostruosa.


pedro21/09 - 10:25

Numero Sei/Paolo da Varagine  

Tra l'altro l'eccellente René Vandereycken aveva un tipo di gioco già sin troppo moderno per quei tempi.
Il suo raffinato senso tattico, l'equilibrio che dava al resto della squadra veniva capito da pochi.
Ricordo un giornalista, mi pare Elio Domeniconi del Lavoro, che si era intestardito a definirlo troppo lento, aggiungendo che con un cognome così era più adatto alla Parigi- Roubaix che al calcio.
In realtà era un giocatore di rara intelligenza calcistica, modernissimo ripeto.
L'ottimo Gigi Simoni lo aveva infatti capito benissimo e non a caso quando René subì il duplice grave infortunio al ginocchio che lo mise out per un'intera stagione, mister Gigi era "disperato".
E non a caso la stagione dopo ancora, senza il belga, finimmo per retrocedere.
Mentre Vandereycken, poi ripresosi, continuò a giocare ancora a lungo in Belgio e soprattutto ad essere il leader della sua nazionale (di cui poi mi pare divenne anche CT).
Grande campione.
Purtroppo qui al Genoa non capito da tutti per il reale suo valore.



iperdrepi21/09 - 10:24

r: pedro - 10:14  

Ma si forse è come dici tu. Era solo una sensazione.
Anche a me in questa intervista è piaciuto.

Saluti rossoblù.



Pattinella21/09 - 10:16

Però è triste  

Un tempo, quando si stava peggio, se capitava un buon giocatore come Pruzzo o Meroni TEMEVI che lo vendessero, e quando lo facevano ti arrabbiavi.
Oggi, che i buoni giocatori si avvicendano abbastanza frequenti, SAI PER CERTO che saranno venduti, e ne discuti il prezzo.
Allora eravamo con le pezze sul didietro ma eravamo ancora convinti di essere grandi.
Oggi, invece delle pezze, abbiamo milioni di debiti e la grandezza è per noi un lontano ricordo: se ne parla solo a proposito di altri.
Ma sembra ci vada bene così...
Un hurrah per il fenicico Grifone!


pedro21/09 - 10:14

r: iperdrepi - 10:03  

«tra le sue parole ho percepito, vagamente, un "purtroppo" lasciato appeso lì... ».
Ma no, dai
Tra l'altro risponde in inglese, lingua che sembra parlare discretamente ma non essendo la sua lingua naturale inevitabilmente non sono espresse bene certe sfumature e dettagli.
Conclude comunque l'intervista sorridendo e con un grosso grazie al Genoa e anche a Preziosi (si vede che con quest'ultimo si è già accordato sulla sua prossima destinazione….. ).
Si scherza eh ….. a me Cristoforo in questa intervista ha fatto anzi una più che buona impressione.


Paolo da Varagine21/09 - 10:08

r: iperdrepi - 10:03  

Ragazzo molto serio e determinatissimo. Sa cosa vuole.
Ovvio che a giugno, se continua così, toglie le tende e va in un top team.
di certo ha un buon procuratore e non lo manderà a fare la panchina vita natural durante.
Non son tutti belinoni. :-D


iperdrepi21/09 - 10:03

Intervista al pistolero.  

Buongiorno a tutti,
ho sentito questa breve intervista a Piatek.

Ha molto ben chiaro in testa cosa vuole, secondo me. Ma, forse, ancora non ci crede.

A un certo punto gli dicono di Lewandosky e lui dice di non scherzare, che Lewandosky gioca nel Bayern e lui, invece, gioca nel Genoa, tra le sue parole ho percepito, vagamente, un "purtroppo" lasciato appeso lì... insomma: fa intendere che di strada ne vuole ancora fare. Potrebbe sembrare ingeneroso nei confronti del Genoa, ma nei fatti questa è la situazione.

Alla fine fa un sorriso. Uno di quelli che non sai mai quanto sia cercato, quanto sia pensato.

Però il sorriso è bello.
-
link segnalato: https://sport.sky.it/calcio/serie-a/2018/09/20/...


Pattinella21/09 - 10:00

r: GianBruce - 08:42  

Perchè solo 2? Pensiamo a Boselli!
Adesso c'è Piatek, i tempi son belli!
L'autunno è foriero di pere mature.
Pel Bacci co'i lupi le botte fian dure!

Un hurraà per il fenicico grifone!


Paolo da Varagine21/09 - 09:59

René Vandereycken  

E tra quei pochi giocatori che vedi giocare e non te li scordi più.
Classe (e piedi) di categoria superiore (stessa sensazione di quando vedevi i primi due tocchi di palla di Milito per esempio).
Giocatore che faceva praticamente qualunque cosa dall'area di rigore in su.
Attaccava, difendeva, picchiava se era il caso con l'aggiunta di palle telecomandate spedite da una parte all'altra del campo.
Fuoricalsse.


Numero Sei21/09 - 09:37

r: keegan - 00:54  

René era sanissimo. Si infortuno' con noi ma si riprese benissimo facendo cose egregie in uefa e mondiali. Oltretutto un grande Genoano. Uno dei migliori cinque giocatori da me visti in maglia rossoblu... unun calciatore moderno anche oggi con una visione di gioco rara, lanci smarcanti di trenta metri, garra ma anche signorilità in campo. Peters era un grande del calcio olandese con acciacchi ma cmq determinante qnd in campo. In quella squadra c'era in porta Silvano Martina il miglior estremo difensore con Perin che ricordi. È il terzo quarto miglior Genoa dopo quello dei 4ti posti e di Perotti


superchicco21/09 - 09:36

r: Anfield - 23:59  

In questo caso la tua memoria selettiva taiuti sempre
Il procuratore di laxalt per due anni andava dicendo a chiunque gli offrisse un microfono che il suo assistito meritava una grande squadra.
In quel caso intendendo veramente che noi non lo eravamo.
E se lo diceva è perché al suo assistito andava più che bene che lo dicesse.


GianBruce21/09 - 09:15

r: gianni 32 - 09:05  

Non importa il giorno o l'ora,
c'è anche gente che lavora,
c'è chi ronfa e chi è fuori porta,
ma stai certo Federico,
e con certezza qui lo dico,
che ad ogni ora varchi il muro..
c'è un fratello di sicuro.

FORZA GENOA FORZA GENOVA


federico - roma21/09 - 09:12

r: gianni 32 - 09:05  

ma certo che no, e poi, qualora fosse, posso sempre chiedere al buon michelce di intercedere mettendoci una buona parola per me... all'italiana...


forza Genoa!!!


gianni 3221/09 - 09:05

r: federico - roma - 09:00  

esiste un elenco del club mattinieri?


federico - roma21/09 - 09:00

r: VANDEREYCKEN - 08:50  

stai dicendo, son confuso,
che l'accesso ai "mattinieri"
non è circolo ben chiuso
ma accettate soci fieri?
per le rime, fo' le prove
con richiesta a ore nove...


VANDEREYCKEN21/09 - 08:50

r: GianBruce - 08:42  

Ciao, con questi versi di pregevole metrica e di leopardiana memoria sei ammesso a pieno titolo nel Club dei Mattinieri Umby 65


GianBruce21/09 - 08:42

Buongiorno  

Buongiorno Grifone e Grifoni , il cielo è rosso, il mare è blu, siamo ancora a settembre e di quelli la non ne posso già più. Svolazzan gli stracci, si riempon le curve, al prossimo derby a questi.... esigo 2 purghe.

FORZA GENOA FORZA GENOVA



70 commenti elencati di 40 tifosi