Muro dei tifosi
         

ABBADIE 56 / ELVIS 5727/03/2017 - 16:15

Genoanodocdel1932  

Non darti pensiero. Ho anch'io lo stesso problema. Ormai mi affido alla pazienza e alla perspicacia di eventuali lettori.


Genoanodocdel193227/03/2017 - 16:12

Abbadie 56  

Con il numero 56 sei diventato centravanti, grazie al mio subdolo correttore.
Non so come rimediare


Genoanodocdel193227/03/2017 - 16:08

Abbadie 56 - centravanti  

Spero che non accada quello che è accaduto con:
Mantova, Como, Pavia, Venezia, Padova, Torini, Fiorentina, Parma, Napoli, Triestina, Treviso, Piacenza, Reggiana, Livorno, Bologna.
Tutte squadre fallite che oggi dovrebbero presentarsi con un altro nome.
E questa non è una opinione, bensì un fatto innegabile.
(Come le memorie corte!)
Un abbraccio


Genoanodocdel193227/03/2017 - 16:02

Keegan  

Che Juric sia andato benissimo mi sembra un tantino esagerato.
Prima degli stravolgimenti di gennaio e delle mancate premonizioni di Preziosi circa gli infortuni di Veloso, Perin, Pavoletti, mi pare che il Genoa abbia perso sette incontri (Sassuolo, Samp, Atalanta, Lazio, Inter, Palermo, Torino) pareggiate quattro (Pescara, Empoli, Udinese in casa e Chievo fuori) e vinte soltanto cinque, più il pareggio con il Napoli.
Diciamo che andava benino, senza prospettive esaltanti.
A mio parere. Che può essere errato. A differenza di tante considerazioni perentorie che si leggono sovente.
Ciao, un saluto rossoblù.


Tortellinho27/03/2017 - 16:02

Presidenti  

Mi chiedo ma solo a Genova si contestano i presidenti?
La risposta è semplice: NO!
A Genova come nelle altre piazze si contestano quando le cose iniziano ad andare male o sportivamente o finanziariamente, pesso le due cose vanno di pari passo altre volte no.
Da noi una prima contestazione c'è stata nell'anno 2011/2012, inutile ricordare come fosse andata quella stagione con salvezza all'ultima giornata, l'anno successivo leggermente meglio salvezza con meno patemi ma comunque non che si navigasse in ottime acque, poi una lenta ripresa fino al picco del sesto posto, è innegabile che dalla mancata qualificazione UEFA ad oggi la qualità della nostra squadra sia andata via via calando.
Pensate che se dopo la favola della licenza avessimo centrato un altro sesto posto e quest'anno fossimo li a lottare per le zone alte o se non si fosse ceduto nessuno negli ultimi due anni si sentirebbero tutti questi mal di pancia da parte di tifosi più o meno caldi? Io credo di no.

Comunque tanto per fare due chiacchere i presidenti contestati attualmente in A oltre a preziosi sono:

Berlusconi (Reo di aver portato il Milan a essere una barzelletta da bar nei migliori bar di Pechino)

Corsi (Accusato dai tifosi dell'Empoli di essere al servizio della Fiorentina e della Roma mentre per il risultato sportivo la permanenza in A gli va più che bene)

Della Valle (I tifosi viola gli imputano il fatto di aver acquisito la Fiorentina solo ed esclusivamente per poter entrare a gamba tesa col favore dell'alta società cittadina su terreni adiacenti alla città gigliata per costruire fabbriche e fare affari immobiliari e di portare la viola in alto non gliene freghi nulla)

Lotito (In guerra con gli ultras dal primo giorno in cui si è insediato, la questione s'è inasprita ancora di più per non aver provato a mediare tra loro e la prefettura che ha deciso di mettere i divisori dei vari settori di curva, da sempre contestato per via delle plusvalenze ma almeno i conti della Lazio sono in pari)

Pallotta (Si sono accorti che ha preso la Roma per fare il palazzinaro manco che a Roma città non ne avessero già abbastanza, inoltre i romanisti sono convinti di poter essere la squadra più forte del mondo vincendo scudetti e coppe a luglio e agosto quindi anche un secondo o terzo posto a maggio viene contestato)

Pozzo (La dacia Arena sta sulle balle a ogni friulano che si rispetti, anche loro hanno capito di essere la sponda per gli affari del Watford ma almeno la CL l'hanno vista)

Sebastiani (L'ultimo posto e le mazzate prese da nord a sud, con eccezion fatta noi, e la totale mancanza di un progetto sportivo se non quello di prendere continuamente l'ascensore B-A-B e plusvalenzare il plusvalenzabile hanno portato i tifosi pescaresi a bruciargli il parco Auto)

Menzione d'onore a Zamparini che a Palermo ha mangiato il mangiabile preso due tre accordi per centri commerciali non solo nel capoluogo di regione ma in giro per l'isola e adesso che non sa più dove andare a fare altri affari decide di lasciare il Palermo nelle mani di una cordata americana, almeno pare che i conti dopo tutte le cessioni fatte negli anni siano in regola.


ABBADIE 56 / ELVIS 5727/03/2017 - 15:54

Genoanodocdel1932  

Penso che Preziosi (ma la stessa cosa vale per Gasperini) potrà essere valutato meglio tra 20 anni.
Da chi ci sarà.
E ammesso che ci sia anche il Genoa, quello del 1893.
*
Per questo io spero di trovare un altro Preziosi che tenga in vita il Genoa, quello del 1893, e non accada quello che è accaduto con Napoli, Torino e Fiorentina


RK1427/03/2017 - 15:45

michelce  

Io sarò un ingenuo, ma spero sempre che la mia squadra vinca.
E lo faccio tutte le domeniche.
Cosa vuoi, sarò un'inguaribile romantico...


Genoanodocdel193227/03/2017 - 15:30

Cadens  

Adesso si parla di Preziosi ma io non ricordo un presidente del Genoa che sia stato gradito, sostenuto o almeno accettato, per tutta la durata della sua carica.
Genova è la città del "mugugno" a volte anche spinto, e noi ne siamo simpaticamente degli ottimi rappresentanti.
Saluti genoani


keegan27/03/2017 - 15:29

Juric  

Juric è andato non bene ma benissimo finché ha potuto fare quello che aveva programmato.
Poi, davanti alle difficoltà (calo di condizione dopo due mesi sparati, infortuni di Perin e Veloso, partenza di Rincon), ma soprattutto davanti i primi risultati negativi, si è completamente squagliato.
Credo che sia comprensibile con la mancanza di esperienza.
Spero che torni con noi più avanti, un po' più scafato.


Cadens27/03/2017 - 15:16

Tecnico e contestazione  

Juric è un ottimo tecnico, con idee anche innovative, ma è arrivato in A troppo in fretta e soprattutto nella società sbagliata!
Juric aveva bisogno di essere protetto e per il suo tipo di gioco aveva bisogno che la squadra non fosse stravolta da vendite assurde prima dell'inizio del mercato e da infortuni(in questo è stato molto sfortunato).
Tatticamente deve crescere ancora moltissimo, perchè nella lettura delle partite e nel cambio dei giocatori spesso e volentieri è stato inadeguato. Ad ogni modo non mi toglie dalla testa nessuno che, dopo la partita con il Palermo le cose siano cambiate drasticamente, quella sera qualcosa si è rotto in maniere irreparabile!
Mandorlini come allenatore non mi è mai piaciuto, ma prendere una squadra nelle condizioni psicologiche, senza giocatori di qualità e soprattutto carattere è impresa quasi impossibile per tutti!
Il vero problema del Genoa in realtà è la squadra, la rosa in assoluto più scarsa da quando siamo tornati in A!
Per quanto riguarda la contestazione dei tifosi, sono d'accordo con quello che scrive un noto giornalista Genoano.
Non giova a nessuno!
La squadra è quella che è, si spera di poter fare ancora 5/6 punti, per il resto sarà un agonia, ci sarà da fare una rivoluzione totale e di gente all'orizzonte che voglia comprare il Genoa non ne vedo!!!
Preziosi sa bene che ha il 90% dei tifosi contro e con tutto quello che ha fatto, non poteva essere altrimenti.
Quindi, chi si avvicinerà mai al Genoa, vedendo il presidente attuale contestato aspramente ogni Domenica?
Lo farebbe solo un avventuriero che poi ci lascerebbe in 2 mesi nella merda fino agli occhi!
Forza Vecchio Balordo


pulcini5827/03/2017 - 15:00

langi27/03/2017 - 14:48  

Si quella con la Iuve è STATA UNA GRANDE GARA, più di quella con il Milan e quella con la Viola ; sarebbe bastato poco per continuare con Iuric, mettendogli vicino un DS capace e di esperienza, in grado di consigliarlo e indirizzarlo nei momenti di difficoltà, una persona competente con la quale confrontarsi e mettere in atto le opportune varianti ; inoltre decidendo di cedere Pavoletti e Rincon scovare per tempo i sostituti anziché comprare alla “ membro di segugio “ tanto per farlo. Per Pavo avevi si Simeone che stava facendo benissimo ma, data la giovane età era facile pronosticare che avrebbe potuto avere ( come è stato …) momenti di calo di forma o semplicemente di vena realizzativa ). L'importanza di Rincon è stata da tutti TROPPO sottovalutata, sia tecnicamente che come trascinatore, questo nonostante abbia avuto momenti leggermente sotto tono, che per la “ non volontà “ di rinnovare, questo anziché essere una motivazioen di cessione è diventata una aggravante, visto come è stata gestita, perché avresti dovuto con larghissimo anticipo reperire un giocatore non dico di quel livello ma, sicuramente con le medesime caratteristiche.
Perin e Veloso hanno chiuso il cerchio ma, con un po' di attenzione e lungimiranza in più avremmo avuto fra alti e bassi ancora Iuric sulla panca e probabilmente diversi punti in più in classifica.


Dutch S.S.P.27/03/2017 - 14:54

Superchicco 12.30  

Si Preziosi e la presunta contestazione scrivi: "ma per più di dieci anni è stato portato in palmo di mano da quasi tutti!!"

Non è che siano stati proprio dieci anni di sofferenze indicibili...


langi27/03/2017 - 14:48

Juric  

Si può dire quello che si vuole, ma annientare la Juve con tre gol è stata un'impresa epica.

Maturare in una società come il Genoa, in questo momento, è molto arduo.


twingg27/03/2017 - 14:41

Michelce  

Michelce

Eccomi.

Per me contro la Dea si vince!

Penso che sia pronto corposo premio partita

Si dice che paghino di tasca i struttura

FORZA GENOA


the g27/03/2017 - 14:35

michelce 27/03/2  

per me vinciamo,

cabala o non cabala

se c'è un dio del calcio,

domenica vinciamo

alla faccia dei talenti tattici


ABBADIE 56 / ELVIS 5727/03/2017 - 14:30

Perdomo.  

Quando ha giocato libero nel derby, il pallone in area i Viali, Mancini & Co. non lo hanno mai visto.
In un ruolo più vicino al suo, che occupava nel Penharol e in Nazionale, aveva dimostrato il suo valore. *
Signorini, senza offesa, la visione di gioco e il lancio lungo e preciso di Perdomo non lo aveva.
Perdomo era titolare dell'Uruguay ai Mondiali e qualcosa vuol dire.
*
Credo che Scoglio con lui, come con Ruben Paz e Detari, non abbia saputo utilizzarne le qualita'.
Perdomo lo aveva voluto lui. Non so a cosa pensasse quando lo ha preso.


ProfAlbe27/03/2017 - 14:26

CIVI 59  

Sono un pessimista di natura, ma oggi grazie a te mi sono rincuorato: non sono niente rispetto alla tua logica di "assegnazione" delle vittorie.
Oltremodo dovremmo pensare che il Palermo vinca la metà delle partite che gioca!
Mi sembra tantino da pensare visto quello che hanno fatto fino ad ora, no?
Quello che eventualmente mi preoccupa è che se continua il trend che abbiamo noi, facciamo fatica ad arrivare ai 35 punti che indichi come realizzabili.
Però allo stato attuale delle cose atetnderei le prossime 2 partite per iniziare a preoccuparmi.

ciaooo


pulcini5827/03/2017 - 14:25

CIVI 59 27/03/2017 - 14:08  

Si Mario, non sembrerebbe proprio un Fantacampionato anzi, alle volte parlare fa un effetto, leggere un altro e a versela scritta quella serie di risultati non certo impossibili fa tanta paura, specie non vedendo come l'attuale Genoa possa fare punti: già per il Palermo le prossime 3 potrebbero essere o la fine, oppure una vera e propria iniezione di gerovital, dove se le ceffa è in B ma, malauguratamente becca 6 punti.....


ProfAlbe27/03/2017 - 14:21

michelce 27/03/2017  

mi paleso!
sono convinto che faremo un risultato positivo.

ciao


schicci27/03/2017 - 14:14

Marmorato  

Che Mandorlini non ti sia simpatico l abbiamo capito ma rimpiangere Juric mi sembra esagerato nelle ultime 10 gare è riuscito a fare 2 punti perso contro inter palermo torino roma cagliari sassuolo napoli e pescara e pareggiato contro crotone e fiorentina, se fosse stato per me sarebbe stato esonerato molto prima.


michelce27/03/2017 - 13:58

Marmorato  

Se ne è accorto oggi che il Genoa gioca come. l. albinoleffe?
Sono giorni che ne parliamo.....
Qui.
L Atalanta del merda sono sicuro ci fara un culo cosi
E troppo troppo piu forte di noi...
E poi vediamo cosa succede all antigenoano
Anche se ci sono sconfitte e sconfitte....
P. s.
C e qualcuno qui che pensa di fare risultato con l atalanta?
Se ha coraggio, si palesi...


bruno7327/03/2017 - 13:57

Pulcini58  

credo che Perin abbia già un procuratore e sappia decidere per il suo meglio, non credo che abbia bisogno di consigli per il suo futuro, ma protrei sbagliare………


pulcini5827/03/2017 - 13:38

Foxtrot27/03/2017 - 13:06  

Lo dico con tutto l'affetto del mondo ; Mattia vai non dico alla Lazio ma, vai in un club nel quale poter ambire a vincere qualcosa e perchè no, guadagnare tanto. Hai ampiamente dimostrato l'attaccamento ai Colori Rossoblu, ora è giusto che Tu vada anche perchè qui da Noi ormai le soddisfazioni saranno sempre più rare. Putroppo nel calcio attuale oltre hai meriti propri contano sempre più il procuratore e il club d'appartenenza e Dommarumma nel tuo ruolo sta li a dimostrarlo. Credo che in un altro contesto forse avresti per davvero diventare un Capitan Futuro, credo che con un club solido e qualche ambizione in più il Genoa avrebbe potuto essere la Tua Squadra, così, a queste condizioni impossibile il solo pensarlo.


twingg27/03/2017 - 13:30

Perin-foxtrot  

Ciao,
Penso che in Italia più di Perin guadagnino solo Handanovic Buffon Reina e quello impronunciabile della Roma Neto panchinaro della Juve forse guadagna uguale.

Tre mil per un portiere solo se va al Chelsea, dove purtroppo per noi c è già Spinelli, gravissima perdita, anche se i Londinesi sono stra coperti nel ruolo.
Credo comunque che sia molto improbabile una cessione la prossima sessione di mercato, vorrebbe dire prendere la metà del valore, probabilmente andrà il prossimo Natale .

In estate andrà sicuramente laxalt poi con tutti i giocatori in scadenza per forza di cose qualcuno dovrà rimanere.....

FORZA GENOA


Foxtrot27/03/2017 - 13:06

Pulcini 58  

Di Perin quel che mi preoccupa è la frase "tornerò ma sarò diverso" pronunciata subito dopo la terza grave operazione in due anni.
Secondo me si rende conto della sua fragilità fisica. E affrontarla con un ingaggio assicurato di 3 min anno per quattro anni e più rassicurante del L appartenenza ad una squadra per la quale magari prova affetto e riconoscenza ma che più di 1 o 1,2 non riesce a garantirgli.


Tortellinho27/03/2017 - 12:50

pulcini58  

Quindi ragionando un secondino, se Perin vale 8-10 (ok che sì è infortunato parecchio ma direi SOLO?) e ragionando che Lotito prendiamo si e no 2/3 milioni e dobbiamo tenerci pure Cataldi?
Andando a guardare sul sito più quotato in materia di valutazioni dei calciatori si può notare come Perin nonostante gli infortuni sia ancora valutato 18 Milioni mentre quel fenomeno di Cataldi 7 quindi o il sito valuta troppo e allora dobbiamo ragionare sul 50% del valore che dicono o come al solito la stampa inizia a far soffiare il vento in poppa ai soliti amici


pulcini5827/03/2017 - 12:36

Come siamo considerati meno di nulla  

LA LAZIO PENSA A PERIN
La Lazio continua a pensare a Mattia Perin per la prossima stagione. Il portiere del Genoa, che sta recuperando dall'infortunio ai legamenti di un ginocchio, è valutato 8-10 milioni di euro e Lotito sembra propenso a inserire il cartellino di Danilo Cataldi nella trattativa.
Insomma un affarone ….via Mattia per 8 / 10 milioni …. e dentro Cataldi …. Totò avrebbe sentenziato :” MA MI FACCIA IL PIACERE…” Peccato che questa bestemmia potrebbe anche andare a buon fine…. Per la Lazio.


superchicco27/03/2017 - 12:30

giuanbrera1957  

ciao,
ti stimo come writer, però se fai dei post come questo mi cascano le braccia!
preziosi contestato sul muro???
ma dai, su

forse adesso che la sua presidenza è giunta così malamente alla fine si prende qualche critica, per altro da una minoranza, ma per più di dieci anni è stato portato in palmo di mano da quasi tutti!!

abbiamo ampiamente dimostrato di essere la tifoseria più tollerante e comprensiva della terra.


keegan27/03/2017 - 12:26

michelce 7.04  

Lancio di oltre 40 metri di Perdomo sul piede, palla perfetta "cianta sul posto", tocco sotto al volo di Ruben Paz, olé... grande gol.


giuanbrera195727/03/2017 - 12:22

keegan  

con Immobile fu un atto dovuto, una specie di risarcimento morale, con tutto quello che aveva passato a Genova.


keegan27/03/2017 - 12:19

leo2004  

Ricordo solo Immobile.
Cedemmo per quattro soldi la sua comproprietà, un assurdo.
Ma c'era di mezzo la Juventus, quindi probabile fosse un ordine.


twingg27/03/2017 - 12:12

Marmorato  

Nel pezzo di oggi, mette in discussione Mandorlini"dal 26 febbraio ad oggi.." se le partite con Atalanta e Udinese.....

Caro Lino con Juric hai sempre fatto il pompiere, anche se le gare stavano andando più che male, ed oggi ti leggo incendiario?

Fare causa, al Croato altro che sperare che venga richiamato.

Soprattutto speriamo che il Genoa faccia punti.

FORZA GENOA


giuanbrera195727/03/2017 - 12:09

PEDRO  

non dire purtroppo non sono Malacalza. Devi essere contento di non essere Malacalza, ma se tu fossi presidente del Genoa ti rendi conto delle contestazioni che riceveresti qua sul Muro


Baveni27/03/2017 - 12:04

redbluskin  

Cissoko, se non erro, ha fatto il traversone a Pavoletti al 92 contro il Sassuolo per il gol che valse 3 punti!

Se un osservatore avesse "osservato" quei dici minuti l'avrebbe preso al volo..


fabi8027/03/2017 - 11:54

pedro  

Ti ringrazio moltissimo per i chiarimenti che mi hai dato.


pedro27/03/2017 - 11:46

fabi8027/03/2017 - 11:18  

Ai tempi, Malacalza veniva visto molto male in quanto ritenuto molto vicino a Garrone e dunque molto sospettato, non so se a torto o a ragione, di volere favorire progetti di "fusione".
Ora è passato molto tempo e le condizioni sono molto diverse da allora.
Il Genoa attualmente non è certo in un bel momento, per me più come società che come campo, tuttavia lo si può più o meno considerare perlomeno pari alla doria mentre all'epoca vi era una sorta di abisso quanto a "robustezza" societaria e dunque il Genoa sembrava una fragilissima preda per certi indecenti "appetiti" di un certo "giro" cittadino.
Dunque, parlo per me, oggi come oggi un Malacalza invece non metterebbe alcuna preoccupazione di questo tipo.
Anzi, parlo sempre per me, dico: magari!
Malacalza ha una disponibilità liquida vastissima, tra gli imprenditori italiani importanti è certamente tra i più liquidi.
Volesse, potrebbe comprarsi il Genoa, e non solo il Genoa, in "dieci minuti" (si fa per dire).
Purtroppo il problema è che credo che oggi alla famiglia Malacalza il Genoa e il calcio in genere non possano interessare di meno.
Tantopiù che paiono già impegnatissimi nella vicenda Carige dove mi pare stiano convogliando le loro risorse.
Certo, fossi io un Malacalza con il cavolo che userei i miei soldi per andare a rompermi le balle con una cosa così noiosa, e spinosa, come le banche
Preferirei diecimila volte di più, rompermele e farmele rompere con il Genoa
Ma io purtroppo non sono Malacalza


leo200427/03/2017 - 11:29

Scouting al contrario  

In questi anni abbiamo visto fior di giocatori, e rilanciato ex giocatori alla grande... mentre per la legge dei grandi numeri qualche abbaglio è stato preso, raramente ci siamo disfatti di giocatori bocciati come mediocri che poi sono esplosi altrove

.... uno di questi è però Pratto (28 anni) titolare in nazionale al posto di stelle che valgono parecchie volte il suo cartellino (5 M)...
non me ne vengono in mente altre di "sviste".... ma sicuramente qualcuno mi potrà rinfrescare la memoria...


fabi8027/03/2017 - 11:18

malacalza  

ho letto, mi sembra su Repubblica, che i tifosi (come al solito non meglio identificati e quindi come entità astratta e non verificabile) vorrebbero Malacalza alla presidenza del Genoa.
Se non ricordo male, e qui chiedo l'aiuto dei writer, era uno dei tre che agivano a "fari spenti" ma solo per acquisire il Genoa aspettandone il fallimento per prenderlo a ZERO.
Grazie per la risposta


superchicco27/03/2017 - 10:45

redblueskin  

guarda che al Genoa chi decide di portare iago sono le stesse persone che decidono di portare anche perotti.
tutto il resto è semantica.
comunque buongiorno, eh?


redblueskin27/03/2017 - 10:28

superchicco  

Se metti l'arrivo di Perotti come opera dello scouting, cioè essere andati ad osservare un calciatore, secondo me sei fuoristrada...
Perotti non giocava, non sei andato a vederlo.
Sei stato bravo come dirigente a prenderlo, fidandoti del suo passato, e confidando che con il tuo staff lo riportavi ai livelli migliori.
Comunque in quel periodo andarono ad osservare anche Iago Falque e li ci acchiapparon bene, e con budget limitato.
L'esempio più probante, per farsi un'idea del nostro scouting, secondo me è Gakpè più Cissokho.
Quelli si che li devi essere andato a vedere.
Lo svincolando Gakpè, costo zero, probabilmente per fare numero, ma giocatore di cui lo scouting doveva accorgersi di due cose:
1) inadatto alla serie A italiana
2) inadatto al gioco di Gasperini non essendo un esterno
In più hanno preso Cissokho, che non ha giocato nemmeno a Bari in serie B, quando glielo abbiamo imprestato.
Lo hanno pagato poco, ma è servito a poco, ed insieme qualcosa hanno pesato come ingaggi.
E quella è tutta opera di scouting, perchè per prenderli devi essere andato a vederli, e pure più di qualche volta.
Poi riproporli al meno esperto Juric, una volta che Gasperini è stato mandato via anche per dissidi con Struttura, è stato perseverare nel loro errore...


superchicco27/03/2017 - 09:49

scouting,mica scouting  

vorrei fare una piccola aggiunta al mio post delle 23.36.
prendete i tanti giocatori bravi scoperti e arrivati grazie allo scouting(ho appunto fatto la lista ieri sera), infoltite con qualche solido giocatore di esperienza e di categoria, tipo burdisso, rigoni, dzemaili, aggiungete una spruzzata dal nostro settore giovanile, vedi perin e sturaro.
Amalgamate con cura gli ingredienti e cuocete per almeno tre anni.
Che torta straordinaria ne sarebbe venuta fuori?
FAtta in casa a bassissimo costo, per di più...


wolves27/03/2017 - 09:45

X superchicco  

Buongiorno a tutti!
Superchicco, il Tuo commento non è votabile, quindi fai conto di essere stato stellato da me e da chissà quanti altri. La Tua trovo che sia un'analisi pratica che fotografa il Genoa attuale. Bravo! Ovviamente speriamo tutti che le cose migliorino, ci mancherebbe.....


redblue passion27/03/2017 - 09:35

Muro SdG  

«Comunque se il problema è lo scouting e non il budget presto vedrai che le cose miglioreranno.»
Ho capito bene?


lucamassa6727/03/2017 - 09:22

Settore GIOVANILE alla grande  

Almeno loro tengono alto il nome del nostro GENOA.
Under 17 A-B: Vola il Genoa nel derby ligure contro lo Spezia
SEMPRE PIU' CAPOLISTI.
Anche la primavera non sta facendo male.


Falcomer27/03/2017 - 08:00

Michelce  

Ciao, forse come suggerimento turistico... arriva tardi... ma, quando vieni a Genova, ti suggerirei di salire sulla torre di Porta Soprana, se la giornata è bella, la vista è stupenda, e poi, è un bel tuffo nella storia della nostra città.
Sempre Genoa


erossoblù27/03/2017 - 07:46

Buon...  

Buon giorno, buona settimana e che domenica sia una buona domenica con un buon GenoA, una domenica di orgoglio e riscatto


Foffo27/03/2017 - 07:27

buongiorno  

Come da titolo, buongiorno a tutti i Grifoni.


VANDEREYCKEN27/03/2017 - 07:21

Buongiorno  

a tutti Grifoni sparsi per il mondo e un invito ai mattinieri del Club-Umby 65 di rinnovare al piu' presto la tessera di appartenenza esibendo l'abbonamento o cmq la matrice di un congruo numero di partite del Grifone.. Accorrete numerosi.. Meno male che la sosta mi doveva fare bene.. l'effetto e' gia' svanito e son ancora piu' agitato di prima..Forza Magico Genoa!!!


Falcomer27/03/2017 - 07:17

Buongiorno  

Buongiorno a tutti.
Sempre Genoa


Genoa è Ottimismo s.s.p.27/03/2017 - 07:10

Buongiorno a tutti  

Belin do ora legale.....

Buongiorno a tutti


michelce27/03/2017 - 07:04

keegan 26/03/2017 - 23:04  

keegan scrivi all´autore 26/03/2017 - 23:04
Buongiorno!
mi hai fatto venire in mente L ultima partita che ho visto al sanpaolo dal vivo contro il ciuccio
Rete dell 1 a 1 di ruben paz
Se chiudo gli occhi lo rivedo.....


flavio nagc196427/03/2017 - 07:02

Buongiorno  

Buongiorno Grifoni dovunque siate diretti

Forza Genoa


michelce27/03/2017 - 06:54

Genoani  

Siamo operativi!
E dura ma siamo operativi casso!


Torre 9027/03/2017 - 06:27

Buongiorno a tutti i Genoani  

Ovunque essi siano

Forza Genoa esse sono


karpov27/03/2017 - 06:17

Buon giorno!  

Buon giorno a tutto il Popolo Rossoblù.
Giornata serena, 9-11 gradi, frescolino in attesa del sole che dovrebbe acconpagnarci tutta la settimana.
Ed ecco che dopo una domenica di relax, calcistico, la tensione inizia a fare capolino. Spero in una partita tosta giocata per 95'.
Ciao a tutti, ciao agli amici mattinieri del Club Umby65 e ciao a chi è già operativo, casso!
Come sempre però: Forza Genoa!!!!!



Anfield27/03/2017 - 01:34

cart 12.15  

Come ti capisco... finalmente una domenica senza giramenti di coglioni.
Una domenica di vero relax.
Non so cosa darei perché questo campionato allucinante fosse gia finito


superchicco26/03/2017 - 23:36

RougeBleu  

ciao,
i professionisti dello scouting li abbiamo già noi, magari sono gli altri che ce li invidiano. ci hai mai pensato?
perotti, iago, rincon, pavoletti, biraschi, izzo, de maio, morosini, ninkovic, simeone, ocampos, ntcham, ansaldi, lazovic, versaliko.

magari qualcuno è ancora molto giovane e non si è ancora espresso del tutto, ma sono tutti giocatori di pallone.
Vero, ci sono state anche delle meteore che non hanno lasciato un buon ricordo, ma quanto sono costate tutte assieme, mezzo perotti?

che poi quello che interessa di più ad una società come la nostra non è il conteggio numerico, del tipo 20 buoni e 15 scarsi, che è quello che colpisce di più noi tifosi, ma semmai la parte finanziaria del mercato, ossia la somma algebrica tra quanto speso e quanto incassato e questa pende in maniera vertiginosa dalla parte di chi questo mercato lo ha fatto, con un budget tra l'altro poco sopra lo zero.

No, il problema non è la bravura di chi fa scouting, ma semmai come è strutturata la società.
Ho già spiegato il mio punto di vista, non voglio essere ripetitivo, ma in due parole si può dire che in una società le tre componenti principali, amministrativa, scouting e tecnico-sportiva, devono essere ben bilanciate, nessuna deve prevalere sulle altre.
troppa austerity fa male
troppo turn over fa male
troppo potere all'allenatore fa male.

La cosa migliore sarebbe che ci fosse un equilibrio tra le tre. Invece nel Genoa purtroppo solo le prime sue componenti hanno voce in capitolo, mentre gli allenatori non contano molto e quando cercano di contare di più vengono cacciati via a pedate.
Stessa ragione per la quale non riusciamo a tenerci un direttore sportivo.



keegan26/03/2017 - 23:04

fuoriclasse  

Ruben Paz e Detari a dire il vero ebbero un'altra cosa in comune.
Ebbero la sfiga di arrivare entrambi con Scoglio allenatore.
*
Ruben Paz aveva 30 anni ed era appena stato premiato (1988) come miglior calciatore sudamericano dell'anno. Tornato in Sudamerica continuò a giocare per un paio d'anni nel Racing Avellaneda, abbiamo continuato a vederlo per un po' in tv.
Ricordo con noi partite sue spettacolari: con Napoli e Udinese, sia andata che ritorno, a Roma con la Lazio ecc.
Certo, se Scoglio voleva Aleinikov con compiti difensivi e si ritrovò Ruben Paz, avrà avuto i suoi equilibri da mantenere... anche se per un fuoriclasse così poteva un po' cambiarli (in quel ruolo aveva in testa Urban, poi ci ripensò).
Detari aveva anche lui 30 anni, anche se con un fisico più pesante. Aveva dato ancora spettacolo l'anno prima nell'Ancona e nei due anni precedenti nel Bologna. Con Scoglio giocò pochissimo. Anche qui aveva evidentemente altri schemi.
*
Entrambi però vennero con il nostro allenatore più intransigente, l'unico ad averne "bruciati" parecchi.


robinhood26/03/2017 - 22:31

Osservatore  

L'osservatore vede lui il giocatore o viene mandato a vedere il giocatore dalla societa'. nelle giovanili di solito vede il giocatore lo segnala fa una relazione e o lo va a rivedere lui o la società se lo vedè e chiama a fare dei provini a casa sua. se puo'. nei grandi di solito viene segnalato alla società in qualche maniera e la società manda gli osservatori. puo succedere anche che un osservatore veda e segnali. ma l'osservatore non entra nel merito di costi sia di cartellino che ingaggio. cerTo che per un osservare nella dinamo Zagabria, alla epoca, modric (mentre passava al tothenam) è più semplice che vedere zec



RougeBleu26/03/2017 - 22:03

Muro SdG  

Grazie della risposta.
Ma non mi sono spiegato benissimo.

Scrivevo "professionisti", intendevo "gente che conosce gente".

Siamo fuori da un certo giro? Devono i nostri farsi letteralmente il cubo per ottenere risultati dignitosi che altri ottengono con uno schioccare di dita? Forse ci serve una mano...


Genoanodocdel193226/03/2017 - 21:10

Critici a buon mercato  

Chi critica Praziosi Fabrizio e Milanetto, per la qualità dei giocatori individuati e portati al Genoa,
dovrebbe anche spiegare come sia facile scoprire ed ingaggiare campioni, senza avere disponibilità economiche da spendere.
E come sia altrettanto facile documentare tali affermazioni, citando sempre i nomi di quelli che non si sono rivelati all'altezza, dimenticando sistematicamente i numerosi, autentici campioni, che sono passati nelle file del Grifone, in seguito all'intuizione dei due criticati “talent scout”.

Da elogiare, infine, la straordinaria capacità di questi critici, di bollare con ironia i nuovi arrivati dopo sole due o tre partite da essi disputate.
Loro sì che saprebbero come fare. Peccato che abbiano sbagliato mestiere.
Forza Genoa


Muro SdG26/03/2017 - 20:40

RougeBleu  

Lo scouting non è guardare un giocatore e farlo arrivare. Lo scouting è valutarne decine e fare arrivare quelli che il budget permette. Fare arrivare 4 giocatori spendendo in tutto 500mila euro non è qualcosa di migliorabile da nessuno. Soprattutto se nella lista ci sono anche i giocatori da 5 milioni ai quali devi rinunciare, cosa puoi imputare agli osservatori? Nulla.

Comunque se il problema è lo scouting e non il budget presto vedrai che le cose miglioreranno. Altrimenti non ci sarà nessun "Marotta" che potrà fare meglio di quello che hanno fatto gli attuali.


RougeBleu26/03/2017 - 20:18

MdG e keithrichards58  

Non so se a questo punto sia utile, nonché diplomatico, citare l'attacco a Prez jr e Mila sferrato da GA durante l'ultimo WAG, in cui ha praticamente dato loro degli incapaci, dicendo che per lo scouting sarebbe stato meglio affidarsi a un esperto presente in studio (Onofri). Al quale di sicuro non serviva pubblicità fatta in questo modo...

Per inciso, si scade sia nei contenuti (risultati e prestazioni scadenti), sia nella forma (promesse, proteste, reazioni scomposte). Bisognerebbe frenare questa discesa in tutti i modi.

Il problema col calcio italico è che ne indovini una o due e subito ti mettono su di un piedistallo.
Poi, al prossimo giro, fai presto a sbagliare. E lì, sono dolori.

C'è chi si è affidato a gente esperta, e ne raccoglie i frutti.
Non ci si inventa scout, non ci si inventa allenatori, non ci si inventa manager.

L'altro ieri la rosea aveva un articolo su Marotta.
Non sapevo che avesse fatto tutta quella trafila.
Ora la rube, poi finirà la carriera in Lega.
Tutti a sfotterlo anni fa, è naturale.
Però ora ti gestisce i Pogba e i Dybala.

Da noi si tende a improvvisare un po' e ciò genera problemi.
Forse è venuto il momento di chiamare dei professionisti dello scouting.
Sapendo che l'amicizia per uno come Preziosi è molto importante servirà uno sforzo particolare in tal senso.

Mi rendo conto che questo post suona come una critica interna, ma il post è andato in questo senso.

FORZA GENOA


pedro26/03/2017 - 20:12

Giannino  

"Quel giocatore al quale non vedi l'ora che arrivi la palla"
Definizione più sintetica e più esatta non potevi trovare.
Era proprio così : adesso gli arriva la palla e succede qualcosa, si pensava.
Ciao.


Giannino26/03/2017 - 20:02

In ricordo dei migliori 2  

Un mal di schiena perenne, ne mortificò il rendimento.
In campionato invece quello squadrone non si ripetè più, cominciò a perdere pezzi importanti senza mai una sostituzione adeguata.
A parte un giocatore di tecnica e classe eccelsa che però non incise in nessun modo visto che, come per Ruben Paz, arrivò anche lui a carriera finita: Lajos Detari, il "Maradona Magiaro".
Retrocedemmo al termine della stagione 1994 95, quando Spinelli fece uno scempio di Garroniana memoria, vendendo uno dei terzini più forti mai visti al Genoa, il Rumeno Dan Petrescu, per liberare il posto di extracomunitario a Kazù Miura.
Le banchine dei porti Giapponesi erano aperte ma la passione, l'orgoglio, la dignità, miseramente svilite e svendute.
Per sempre.
Lunghi. lunghissimi anni di serie B, decine e decine di bidoni e cambi societari che portarono alla presidenza del Genoa il peggio del peggio che si potesse immaginare, sfiorando il fallimento,
ed elemosinando un prestito alla Costa Crociere che a quei tempi, per nostra fortuna, non aveva nessun Schettino alla guida delle proprie navi.
Ma anche in questi anni bui voglio ricordare un centravanti che, per me, è stato uno dei giocatori più sottovalutati che possa ricordare:
Cosimo "Mino" Francioso.
Potenza, generosità tante reti e una gol-cartolina in un derby.
Fino alla stagione 2002 2003 quando alla guida del Genoa arrivò Enrico Preziosi.
La squadra, presa in corsa, retrocedette in serie C, ma fu ripescata facendo l'anno successivo, una stagione intermedia.
Si arriva così al fatidico anno 2005: quella che, fino ad allora, fu la squadra più forte, anche della Fiorentina di Batistuta, mai scesa in cadetteria, (la Juve retrocedette dopo qualche anno).
Uno squadrone che vinse il campionato mettendo in mostra tanti giocatori fortissimi da Marco Rossi a Tedesco a Lazetic.
Ma, soprattuttoquello che, tornato dopo qualche anno, divenne il calciatore più forte che io abbia mai visto con la maglia del Genoa:
Diego Alberto Milito, il Principe.
Non solo un campione planetario, un simbolo un valore aggiunto per i compagni, ma anche e soprattutto un esempio per tutti in campo e fuori.
Classe, tecnica, un'infinità di gol e di sterzate che ribaltavano gli avversari e le leggi della fisica.
E con lui, un altro grande giocatore, un'"invenzione" del Presidente in cui nessuno credeva più: Thiago Motta.
Ma anche tanti altri buonissimi calciatori tra i quali, permettetemi di menzionare Mimmo Criscito che, come Eranio una ventina d'anni prima, riportò
il nome del Genoa nel giro della Nazionale e ai mondiali.
Ma soprattutto Rodrigo Palacio, "la joya".
Ed è stata veramente una gioia vederlo giocare, correre, puntare e saltare gli avversari.
Andare avanti e indietro, a dx e sx, proporsi sempre anche sulle rimesse laterali, prendere per mano e salvare una squadra allo sbando.
Seguirono due anni nei quali le grandi competenze di Preziosi sembravano essersi esaurite.
Fino appunto al 2014 quando al Genoa arrivò Diego Perotti.
Ecco per lui devo fare un discorso a parte.
Perchè non sarà stato il più forte ma il giocatore che ho amato di più, indubbiamente.
Non so il perchè, forse perchè in lui vedevo il simblo della rinascita, quel giocatore al quale non vedi l'ora che arrivasse la palla.
Quel giocatore che, da solo, valeva il prezzo del biglietto.
Con quella sua andatura quasi caracollante ma che quando partiva non lo prendevi più, quella sua capacità di creare superiorità numerica saltando gli avversari da fermo o in corsa.
Un giocatore che è stato un regalo per l'anima.
La considerazione finale non poteva che essere la più attuale.
E cioè Mattia Perin, il più forte portiere a cui ho visto indossare la maglia del Genoa.
Senso della posizione, coraggio, un pizzico di incoscienza e tanta, tanta Genoanità.
Un caro saluto a tutti.
E come si diceva una volta:
Ieri oggi e domani, sempre Genoani.


Giannino26/03/2017 - 19:57

In ricordo dei migliori 1  

Non voglio fare una classifica.
Ma solo un viaggio a ritroso, un ricordo fatto di speranze, passione, amore incondizionato.
La storia tutta e tipicamente Genoana.
Per motivi anagrafici, non ho visto Verdeal, Abbadie e Meroni.
La mia memoria storica, quella più labile, parte da metà anni 70, presidente Renzo Fossati.
E allora, partendo da qui, credo possano essere 3 i giocatori da annoverare tra i migliori di sempre:
Roberto Pruzzo, "o rey di Crocefieschi", Oscar Damiani detto "Flipper" e Bruno Conti.
Pruzzo, a livello di stacco aereo, credo possa essere considerato tra i calciatori più forti di tutti i tempi.
Ma, sempre di questo periodo, voglio ricordare due giocatori che hanno fatto la storia del Calcio Italiano ma che, purtroppo, arrivarono al Genoa a fine carriera.
Mariolino" Corso con le sue punizioni a foglia morta, e Claudio Sala "il poeta del gol".
Nel 1980, con la riapertura delle frontiere, cominciarono a tornare in Italia i primi stranieri.
Fino al 1985, anno in cui terminò l'era Fossati e cominciò quella di Aldo Spinelli, ricordo, con grande piacere, Vandereyken e Peters detto "il tulipano".
Renè aveva un sinistro magico, un laser che tagliava il campo e gli avversari.
Jan perfetta sintesi tra classe, eleganza e agonismo.
Due giocatori tanto forti quanto sfortunati.
Gli anni successivi, fino al 90 furono anni bui tristi dove solo la grande Genoanità che ogni padre trasmetteva al proprio figlio, ci ha permesso di uscire sempre più forti e numerosi.
E sempre a testa alta.
Di quegli anni mi è caro ricordare un giovane proveniente dal settore giovanile, che dopo qualche anno portò un pezzettino di Genoa nella Nazionale italiana:
Stefano Eranio.
Ma anche un bomber vero quello a cui, prima di sbloccarsi, la Nord dedicava sempre un coro:
"Noi vogliamo che segni Fontalan".
Nella stagione 89/90, Spinelli andò a pescare in Urauguay tre calciatori di cui, il meno famoso, diventò uno dei calciatori più forti da me mai visti:
Carlos Aguilera detto "Pato" l'anatroccolo.
All'epoca si disse che Pato arrivò come complemento della trattativa per gli altri due più celebri e affermati: Josè Perdomo e Ruben Paz.
Ma è un falso storico, in quanto fu l'allenatore di allora, il Prof. Francesco Scoglio per tutti "Franco" a volerlo a tutti i costi.
E, a pensare a quella che sarebbe potuta essere la sua alternativa, e cioè Oscar Derticya, ancora oggi mi vengono i brividi.
Ruben Paz che tecnicamente era un fuoriclasse assoluto arrivò però, purtroppo anche lui, a carriera finita.
Perdomo un bidone clamoroso.
L'anno dopo, quello del grande Genoa di Osvaldo Bagnoli, ad Aguilera fu affiancato il gigante Boemo, Thomas Skurawy che "Aldone" prelevò dopo che si mise in grande evidenza ai mondiali
di Italia 90, segnando 4 goals.
Thomas credo che sia stato l'unico giocatore al mondo che, in proporzione, tirava più forte di testa che di piede.
Intesa fantastica e unica con l'anatroccolo, tanti gol e tante capriole.
Ma soprattutto arrivò il Brasiliano Claudio Vaz Leal Ibraim detto "Branco" in quanto in mezzo a una miriade di giocatori stellari che indossavano la mitica casacca verde/oro, era l'unico o uno dei pochi ad avere la carnagione chiara.
E che, in Inghilterra, soprannominarono "Lefty" per quel magico sinistro che sembrava telecomandato da un moderno joystick.
Branco, fuoriclasse assoluto, giocatore di un altro pianeta.
Aldo Spinelli confermò in blocco quello squadrone che raggiunse i quarti di finale di Coppa Uefa eliminato dall'Ajax che, oltre a vincere la competizione, mise in mostra un calciatore
che di lì a poco, vestirà la maglia del Genoa.
Non certo un campione ma, sicuramente, un fortissimo calciatore: Jonny Vant Ship uno dei migliori giocatori nel buttare i cross al centro dell'area.
E ricordo come noi tifosi sognavamo, immaginavamo e scommettevamo su quanti ne avrebbe messi sulla testa di Skurawy:
si partiva da un minimo di 5 per finire alla classica megalomania Genoana di 100 traversoni a partita: nulla di tutto ciò.


gio6326/03/2017 - 19:48

Abbadie 19.24  

purtroppo, x me hai ragione. FORZA GENOA!!


redblue7126/03/2017 - 19:26

Agente Rincon  

Ho letto per curiosità le sue dichiarazioni a proposito del passaggio di Rincon alla Rube. Dice che Genova è stata importante per la sua crescita professionale ma non c'e' nessun rimpianto ed anche se alla Rube gioca meno era preventivato perché comunque lì ha la possibilità di allenarsi a più alti livelli. Ma sti procuratori, insieme alle tv causa di questo degrado del calcio, ma non fanno prima a dire onestamente che se ne è andato per prendere più soldi. E' la cosa più onesta. Io sti procuratori che non fanno altro che ricattare le società di turno per tirare giù piu soldi li considero veramente una sciagura per il calcio che non è più uno sport ma solo un'intrattenimento oramai in Itaglia simile al wrestling.


nestor makhno26/03/2017 - 19:12

under 17  

Spezia- Genoa 0 - 2
primi con 5 punti di vantaggio sulla seconda


Nordisopra26/03/2017 - 19:01

domenica  

Uno dietro alla panchina ad urlare Zetuylaiev tutto il tempo



70 commenti elencati di 43 tifosi