Senza spina dorsale [dal muro]
MarQuez   
 

«Il nostro dubbio, nel momento in cui dovremo prendere una decisione, è nel momento in cui diciamo no a Piatek, che giocatore rimane al Genoa? Per esempio, col cambio di allenatore e l'arrivo di Juric ha segnato un solo gol su rigore, quindi anche i calciatori sono condizionati da ciò che succede intorno a loro. Lui potrebbe andare a guadagnare 4-5 volte rispetto a ciò che possiamo garantirgli noi: che giocatore resterebbe a disposizione di Prandelli se dovessimo dirgli di no?»

Rimarrebbe un giocatore che deve comportarsi da professionista.

Perchè "uncle cantante", sto professionista di Piatek si becca 400k euro l'anno. Non è che arriva a 800 euro risicati al mese... Il Genoa lo ha preso che non lo conosceva un belino di nessuno, e gli ha dato 400k euro.

E la società Genoa dovrebbe denunciare il Milan se ha contattato Piatek prima della società per offrigli un ingaggio da 2 milioni.

Poi chiaro che per Piatek il passaggio al Milan è uno step di carriera, e lui si vede che è uno che pensa per sè, ma giustamente: in campo è egoista, se segna esulta per se stesso, è un freddo atleta professionista.

E da tale si comporterebbe se rimanesse. Per quale ragione dovrebbe giocare in ciabatte?
Facesse altri 6 mesi così, invece che il Milan, magari lo vorrebbe sul serio il Real, il Barca o il Bayern. Non credo che il polacco schifi queste destinazioni.

Ma porca puzzola, ma non raccontate storielle. A fine stagione, posso anche essere d'accordo sul fatto che un giocatore voglia andare via, ma a gennaio la società lo tiene e il giocatore si comporta da professionista; sennò gli si manda qualcuno a ungerlo...

Dite "35 milioni non li abbiamo mai visti tutti assieme, ed oggi al Genoa servono 35 milioni in cassa e non un Piatek in campo, visto che tanto salvarci dovremmo salvarci lo stesso perché 3 più scarse dovremmo lasciarle sotto..."

Siate onesti. Ripartite da questo.