Genoa-Napoli 1-2

20' pt Kouamé, 17' st Ruiz, 42' st Biraschi (aut)

Commento
di SdG   ser20181110a

In vantaggio con Kouamé, rimontati nella risaia dopo acquazzone e cambi. Un errore Omenga e un autogol di Biraschi

Anticipo di campionato, in casa col Napoli, il Genoa passa in vantaggio con Kouamé al 20', ma viene rimontato nel secondo tempo su un campo al limite della praticabilità per un acquazzone che ha costretto l'arbitro Abisso a sospendere la partita al 58' per dieci minuti.

Si dirà che è stato uno splendido primo tempo, giocato a viso aperto, arrembanti, con duelli uno contro uno a tutto campo. Effettivamente il Genoa ha concesso poco al fortissimo Napoli che è comunque andato vicino al gol cogliendo un palo con Insigne. Pericolosa anche una conclusione di Zielinski deviata di testa in corner da Romero. Il Genoa ha risposto con un gran cross di Romulo, scivolata di Bessa sul secondo palo, palla nella mischia la difesa ha spazzato. Il Genoa passa con una bella azione sulla destra che culmina in due traversoni: il primo di Piatek ribattuto, il secondo di Romulo trova sul secondo palo Kouamé che svetta e insacca. Napoli vicino al pareggio con un'azione classica con inserimento di Callejon a destra e assist centrale per Milik, ma Radu fa un miracolo. Genoa pericoloso con Piatek che si libera davanti all'area di rigore e tira fuori. Ancora Piatek contrastato da Koulibaly che ferma un'azione pericolosa.

Secondo tempo complicato perché il Napoli entra in campo con furore, il Genoa deve difendersi e ripartire, ma non viene aiutato dalla pioggia che scende copiosa e forma pozze che frenano il pallone. Al 13' Abisso sospende il match. Dopo dieci minuti non piove più, il gioco riprende e viene sfatato il luogo comune secondo il quale i giocatori tecnici soffrono sul terreno pesante. Il Napoli si esalta sull'acqua, il Genoa riuscirà a ripartire poche volte, ma mai a rendersi pericoloso.

Alla ripresa del gioco il cambio che risulterà in qualche modo decisivo: Omeonga per Veloso. Omeonga è un bravo ragazzo, corre tanto e combatte, ma quando il Napoli fraseggia con Allan e Mertens al limite dell'area lui si perde Fabian Ruiz che entra in area da solo, riceve e batte Radu.



La partita è difficile, Abisso fischia e non fischia a senso unico. Clamoroso quando il Genoa soffia palla ad Allan e l'arbitro stoppa un contropiede in 3 contro 1 ravvisando un fallo di Romero. Allan era scivolato. Un errore enorme che ci ha danneggiato e ci è costato la sconfitta. Niente da dire invece sul fallo di mano fischiato a Omeonga che ferma una passaggio di Fabian Ruiz per un compagno. E' la punizione del gol: battuta bassa, palla veloce nell'area piccola, la colpisce Biraschi e la mette alle spalle di Radu. L'avesse lisciata sfilare sarebbe andata sul fondo. Proteste per una presunta spinta su Biraschi, viene ammonito Criscito. Il VAR conferma il gol.

Il Genoa attacca a testa bassa ma non riesce a trovare il pareggio. Finisce e ci sono gli applausi della Nord ai suoi giocatori. Gradinata che prima dell'inizio della partita ha iniziato l'annunciata contestazione al presidente Preziosi.

Il Genoa non ha demeritato. Ha giocato con cuore e grinta. Ma contro queste squadre manca sempre qualcosa: un cambio adeguato, un po' di tecnica in più, un po' di fortuna. Determinante in negativo l'ingresso di Omeonga. Anche questione di giocatori a disposizione. Assente Sandro, hanno giocato Hiljemark e Veloso.

Si dirà che la prestazione c'è stata e infatti non possiamo dire nulla ai giocatori. In un certo senso hanno riscattato la disfatta con l'Inter. Però, anche oggi 0 punti. E sono tre sconfitte consecutive. Con Milan e stasera due infortuni e quindi partite sfortunate. Si dirà che erano avversari forti. Ma con quelli meno forti ce la faremo? La classifica si muove, non ammette alibi e non aspetta la crescita, i miglioramenti, l'ottimismo di Juric, il cui score negativo aumenta di partita in partita. Siamo quattordicesimi e la prossima è un derby. In giro c'è poca fiducia.


Il gol di Kouamé  


GENOA - NAPOLI   1 - 2(12 - 10/11/18)
20' pt Kouamé, 17' st Ruiz, 42' st Biraschi (aut)
Radu, Biraschi, Romero, Criscito , Romulo (44' st Pandev), Hiljemark (33' st Mazzitelli ), Veloso (13' st Omeonga ), Bessa , Lazovic, Piatek, Kouamé [All. Juric, Russo, Gunter, Lopez, Zukanovic, Pereira, Lakicevic, Rolon, Medeiros, Lapadula]
Ospina, Hysaj (36' st Malcuit ), Albiol, Koulibaly, Mario Rui, Callejon, Allan, Hamsik, Zielinski (1' st F. Ruiz), Milik (1' st Mertens), Insigne [All. Ancelotti, Karnezis, D'Andrea, Maksimovic, Luperto, Ghoulam, Diawara, Rog, Ounas]
Arbitro: Abisso di Palermo - Corner: 2-7 - Recupero: 1' e 5' - Spett: 25.000