Genoa-Fiorentina 0-0

Commento
di SdG   ser20181229a

Un punto che muove la classifica, legittimato dalle occasioni nel finale. Genoa poco brillante, Radu detreminante. Due pali viola

La partita è stata preceduta dal ricordo di Emilio Parodi presidente del Genoa Club Bonilauri di Sestri Ponente, scomparso ieri. La squadra al completo ha desposto i fiori sotto la gradinata Nord che ha esposto uno striscione per il compianto "Milio"

Ultima partita del girone di andata e del 2018 e il Genoa può considerare questo pareggio a reti inviolate un buon risultato, legittimato solo nel finale. Nel primo tempo Genoa molto sottotono, attendista per non dire bloccato, autore solo di mezzo tiro verso la porta di Lafont, con Romulo, respinto. Col senno di poi, visto il finale, è sembrata una deliberata gestione delle energie, trattandosi della terza partita in sette giorni. Fiorentina più intraprendente, impegna Radu che fa due belle parate su Chiesa, e colpisce un palo con Mirallas. Senza dimenticare l'errore sotto porta al primo minuto di Simeone, su cross dalla bandierina.

Un Genoa compassato, che ha provato a giocare di rimessa sprecando però le ripartenze per errori nei passaggi e cross fatti male. Male anche i primi due corner calciati bassi e una punizione battuta da Criscito letteralmente sprecata. Insomma al riposo si va con qualche perplessità e certi di aver avuto una buona dose di fortuna potendo ringraziare la buona vena del nostro portiere.

Meglio la ripresa che il Genoa ha interpretato con maggiore vigore, alzando il baricentro e pressando alto e più efficacemente. Tiro di Bessa, Lafont si distende e respinge in fallo laterale. Al tiro Kouamé parato. La viola ancora vicina al gol con Chiesa che troppo libero colpisce il palo alla destra di Radu. Ancora Radu si oppone alla conclusione dell'attaccante avversario.



VAR protagonista per un presunto fallo di mano del Veloso. Massa controlla le immagini, il pallone aveva toccato il braccio del portoghese dopo aver colpito il piede, quindi non è rigore. L'eccesso di proteste costa a Pioli l'espulsione. E' il 23' e da quel momento il Geno imbastisce alcune occasioni da rete. Con Veloso al posto di Rolon sono migliorate le geometrie. E' il momento di Piatek che prima con un colpo di testa costringe Lafont ad alzare in corner, poi andrà vicino al gol con un tiro deviato che sfilerà non lontano dal palo alla sinistra del portiere. Peccato per una discesa di Bessa che al momento del tiro viene chiuso e scarica su Piatek. Piatek ammonito per un fallo di stanchezza, perde l'equilibrio e cade sul difensore che gli contende il pallone, e Massa regala la squalifica del bomber polacco al Milan.

Non ci sarà Piatek col Milan, ma ci saranno gli altri, ad esempio Favilli entrato oggi. Non è riuscito a rendersi pericoloso. C'è riuscito invece Sandro che allo scadere è andato al tiro da fuori area e la deviazione di Ceccherini ha salvato la porta di Lafont.

Anche il Genoa ha protestato per un tocco di mano in area di Biraghi, Massa però non ha nemmeno controllato le immagini. Massa, che dire, ha fatto pochi danni, ma di certo non ha favorito il Genoa: ha invertito alcune decisioni e non protetto Piatek colpito sistematicamente. Il report della lega dice 21 falli Genoa e 7 Fiorentina, insomma ha fischiato "a senso unico".

Peccato per la parentesi Juric che ha influito sul bottino conquistato nel girone di andata. Il Genoa chiude con 20 punti e si appresta ad intervenire sul mercato si spera per potenziare una rosa che ha bisogno di un rimpasto che la renda più forte ed equilibrata.


GENOA - FIORENTINA   0 - 0(19 - 29/12/18)
Radu, Biraschi, Romero, Criscito , Romulo, Hiljemark (15' st Veloso), Rolon, Bessa (43' st Bessa), Lazovic , Kouamé (37' st Favilli), Piatek [All. Prandelli, Marchetti, Vodisek, Spolli, Lopez, Sandro, Dalmonte, Pereira, Lakicevic, Omeonga, Zukanovic]
Lafont, Laurini (20' st Ceccherini), Pezzella, Milenkovic, Biraghi , Fernandes (12' st Benassi), Veretout, Norgaard, Chiesa , Simeone, Mirallas (37' st Pjaca) [All. Pioli Brancolini, Dragowski, Dabo, Hancko, Montiel, Sottil, Graiciar, Vlahovic, Thereau]
Arbitro: Massa di Imperia - Corner: 7-3 - Recupero: 3' e 5' - Spett: 20.000