Empoli-Genoa 1-3

18' pt Kouamé, 18' st Di Lorenzo, 25' st Lazovic, 28' st Sanabria

Commento
di SdG   ser20190129a

Il Genoa conquista punti pesanti, segna Kouamé e dopo il pareggio si scatena Lazovic. E Sanabria segna all'esordio

Il Genoa raccoglie tre punti nel momento forse più importante della stagione. Punti che staccano il Genoa dalla zona calda della classifica e portano serenità a tutto l'ambiente. La cessione di Piatek ha esacerbato gli animi anche dei tifosi più pazienti. Il suo sostituto, Tony Sanabria, è andato subito in gol, appena entrato e al primo pallone toccato.

Contro la difesa più perforata del campionato il Genoa è riuscito a segnare tre reti. Ma non è stata una passeggiata. I rossoblù hanno vinto sia il primo che il secondo tempo, ma la prima frazione di gioco ha messo in luce tantissimi difetti della fase difensiva: il vantaggio ottenuto da Kouamé, dopo un prezioso lancio di Criscito, è stato mantenuto grazie alle prodezze di Radu su Caputo e su Krunic. E grazie ad altrettante respinte dei nostri difensori ai tiri a colpo sicuro.

Difficoltà di Biraschi e Lazovic a destra, opposti a Pasqual (capitano nella Fiorentina di Prandelli), ma anche a sinistra le cose non sono andate bene. L'Empoli col fraseggio al limite dell'area, favorito dalla velocità e dalla tecnica dei suoi giocatori, si è presentato troppe volte al tiro. E troppo facilmente. Insomma grande sofferenza.



Il Genoa ha riequilibrato il computo dei tiri e delle occasioni nella ripresa, ma non prima di aver subito il pareggio favorito da una mancata trattenuta proprio di Radu. Segna Di Lorenzo. Buona la costruzione dell'azione col filtrante di Bennacer per Caputo che dal fondo ha messo in mezzo. Questo nel momento di massima difficoltà dell'Empoli che ha faticato a ritrovare le misure dopo il cambio operato da Prandelli che ha schierato il Genoa con il 4 2 3 1.

Quando l'Empoli ha provato a forzare per vincere la partita, l'ha persa. Esordio di Sanabria al posto di Romulo. Un coast to coast di Bessa, inseguito da Traore, ha permesso a Lazovic di ricevere, accentrarsi e tirare di sinistro dal limite dell'area: palla all'incrocio. Passano tre minuti e Lazovic s'inventa assist man per Sanabria: tocco sotto a scavalcare il portiere per la testa del paraguaiano che insacca e chiude i giochi. Apprezzabile il movimento del nuovo centravanti del Genoa, si stacca dal difensore e riceve.

Kouamé vicino al quarto gol, la partita non riserva altre sorprese. L'Empoli perde lucidità e viene contestato dai suoi tifosi. Per il Genoa sono tre punti che permettono di accogliere nel migliore dei modi i nuovi arrivati Radovanovic e Lerager, innesti importanti per il centrocampo che ha perso Hiljemark per infortunio e col Sassuolo farà a meno di Rolon squalificato oltre a Sturaro non ancora pronto.


Il gol di Kouamé  
Il gol di Lazovic  
Il gol di Sanabria  


EMPOLI - GENOA   1 - 3(21 - 28/01/19)
18' pt Kouamé, 18' st Di Lorenzo, 25' st Lazovic, 28' st Sanabria
Provedel, Veseli, Silvestre, Rasmussen , Di Lorenzo, Krunic (12' st Mchedlidze), Bennacer, Traore (29' st Ucan), Pasqual, Zajc (35' st Acquah), Caputo [All. Iachini, Dragowski, Brighi, Rodríguez, Antonelli, Untersee, Marcjanik, Pejovic, Baide, Mraz]
Radu, Biraschi, Romero, Zukanovic, Criscito , Romulo (24' st Sanabria), Veloso, Rolon (42' st Pezzella), Lazovic (44' st Pereira), Bessa , Kouamé [All. Prandelli, Vodisek, Jandrei, Gunter, Pandev, Dalmonte, Sturaro, Lakicevic, Medeiros]
Arbitro: La Penna di Roma - Corner: 1-3 - Recupero: 1' e 3' - Spett: 11.000