Parma-Genoa 1-0

33' st Kucka

Commento
di SdG   ser20190309a

Corner inesistente e si rompe l'equilibrio. Gol dell'ex di Kucka. Noi terza partita senza reti. E appena 2 punti con Chievo, Frosinone e Parma

Dopo sei risultati utili il Genoa cade a Parma. I rossoblù non hanno giocato una partita esaltante, ma nemmeno inguardabile. Sarebbe stato più giusto il pareggio, ma un errore arbitrale e nostri errori difensivi al minuto 78 hanno rotto l'equilibrio. Il resto lo ha fatto la nostra incapacità di segnare. E questo è il dato più preoccupante. La fase offensiva è in piena involuzione.

Con Chievo, Frosinone e Parma il Genoa ha ottenuto appena 2 punti e non ha mai segnato. Resta a ridosso della zona calda, senza aver sfruttato i turni favorevoli. C'è margine per affrontare senza affanno la parte più difficile del girone di ritorno. Ma non tantissimo. Siamo sempre condannati a sperare nelle sconfitte altrui. Per continuare nella nostra mediocrità senza rischiare una retrocessione. E questo è l'abito cucito addosso al Genoa ai suoi tifosi dal “sarto” del Milan.

Chiaramente il risultato condiziona il giudizio sulla prestazione del Genoa. Perché il gol di Kucka ha fatto emergere la sterilità del Genoa che da qualche tempo pratica un calcio lezioso, prevedibile, dal ritmo basso e poco cattivo.

Il Genoa ha prodotto qualcosa nel primo tempo: un tiro di Mimmo Criscito, teso ma centrale, parato e un cross di Bessa che ha attraversato l'area piccola senza che Sanabria ci credesse. Il Parma si è reso pericoloso con una girata di Inglese, pallone alto. E' un Genoa con poche idee, che non sa esprimere un gioco efficace. C'è poco movimento. Ci mettiamo una vita perfino una vita a battere un corner allo scadere. Nessuno che capisce che si fa in tempo a batterlo e muove il culo. L'arbitro manda le squadre al riposo.



Squadre a specchio, novità Pereira a destra, non gioca Biraschi. Nella ripresa il Genoa prende il pallino del gioco e sta per molti minuti nella metà campo del Parma. Riesce persino a creare alcune opportunità. Di testa con Sanabria, una clamorosa con Lerager che con sette metri di porta è riuscito a calciare fuori da pochi metri. Qualche errore di troppo di Bessa inducono Prandelli al cambio con Rolon. Di là entra Bibiany.

Al 78' Inglese supera Romero che incespica e trova opposizione in area di Zukanovic che chiude ottimamente, la palla picchia ancora su Inglese e va sul fondo. Per Sacchi è corner, inutili le proteste, Inglese non ammette niente. Ci manca solo di prendere il gol su corner inesistente. Cosa che accade puntualmente, sul secondo palo testa di Kucka, miracolo di Jandrei che respinge sul palo, Rigoni, palo, Kucka gol.

Il gol è regolare, il Genoa cerca di pareggiare, si spinge in attacco e concede in contropiede 3 contro 0 che Gervinho vanifica calciando alto sull'uscita di Jandrei. Il Genoa attacca ma davvero sembriamo una formazione troppo indecisa in attacco. Ci prova Kouamé che entra in area da sinistra, ma calcia alto. Dentro Pandev e nel finale anche Lapadula. C'è una punizione al 94' da posizione centrale, Zukanovic la calcia lenta e alta. Sfruttate una punizione ogni tanto, eh?

Il Parma aveva perso le ultime 4 partite in casa, e non vinceva tra le mura amiche da novembre. Oggi ha 33 punti e 6 li ha fatti col Genoa. Speriamo di salvarci.


PARMA - GENOA   1 - 0(27 - 09/03/19)
33' st Kucka
Sepe, Iacoponi, Bruno Alves , Gagliolo, Dimarco (40' st Bastoni), Kucka, Scozzarella (25' st Biabiany), Rigoni, Gervinho, Inglese, Siligardi (42' st Sierralta) [All. D'Aversa, Frattali, Diakhate, Ceravolo, Schiappacasse, Machin, Gobbi, Gazzola, Dezi, Sprocati]
Jandrei, Pereira (42' st Lapadula), Romero, Zukanovic, Criscito , Lerager, Radovanovic (35' st Pandev), Bessa (20' st Rolon), Lazovic, Sanabria, Kouamé [All. Prandelli, Marchetti, Vodisek, Gunter, Pezzella, Biraschi, Dalmonte, Lakicevic, Veloso]
Arbitro: Sacci di Macerata - Corner: 4-5 - Recupero: 0' e 6' - Spett: 14.787