Juventus-Genoa 2-1

36' pt Bonuccci, 40' pt KouamÚ, 51' st Ronaldo (rig)

Commento
di SdG   ser20191030a

Thiago Motta riparte dal finale di Genoa Brescia e presenta allo "Stadium" gli stessi uomini che hanno schiantato le rondinelle. Formazione spregiudicata per un match quasi impossibile contro una formazione alla ricerca del primo posto in classifica e della sua millesima vittoria in casa in serie A con girone unico. Il Genoa ha esibito gran palleggio, grande personalitÓ, buona tenuta difensiva, capacitÓ di recuperare lo svantaggio e capacitÓ di resistere in 10 contro 11. E' caduto solo al 96' su calcio di rigore generosamente concesso dall'arbitro Giua.

Certe partite forse converrebbe lasciarle vincere facile, senza espulsioni, infortuni, beffe a pochi secondi dalla fine che fanno marcire il sangue. E soprattutto senza spreco di energie quattro giorni prima di uno scontro salvezza. Partita gagliarda, ma classifica ferma. Ci consegna una bella dose di autostima che durerÓ poco se non batteremo l'Udinese.

Oltre all'autostima, che riguarda la prestazione collettiva, anche buone prestazioni individuali. Se col Brescia era stato incoraggiante, Sch÷ne stasera ha giganteggiato ed Ŕ stato in assoluto il migliore in campo.

Confermato il talento di Agudelo e il buon momento di KouamÚ, bravo anche in chiave difensiva su Cuadrado. Quando Ŕ uscito ha preso il suo posto Sanabria che a sinistra ha dato una mano al bravo Ankersen, anch'esso piazzato sulla fascia che sarebbe di Mimmo e Barreca. Il paraguaiano purtroppo Ŕ sfortunato nell'episodio del rigore. Conferme anche per Radu: due grandi parate su conclusioni complicate di Dybala, deficitario nelle uscite e Bonucci ringrazia in occasione del corner del vantaggio. Zapata si Ŕ perso una volta Dybala aprendo un varco, ma in coppia con Romero Ŕ migliorato. Ghiglione quasi in formato Premier. Pinamonti un combattente.



Veniamo a Cassata: giocatore importante nel centrocampo disegnato da Motta, ma troppo propenso al fallo. Uno che si fa "sentire" ci vuole, ma che sappia anche frenarsi. Ammonito dopo 3 minuti, viene cacciato al 51' per una breve trattenuta su Dybala che chiede il giallo. Giua caccia il nostro con la severitÓ che non ha saputo usare con Rugani qualche minuto prima e con Betancour, entrambi giÓ ammoniti.

Occasioni Genoa: grande verticalizzazione per Pinamonti che entra in area e tira debolmente, un colpo di testa di Zapata alto su punizione di Sh÷ne, un cross di Ghiglione con controllo e tiro alto di Pandev in mezzo a tre bianconeri (non poteva fare meglio), una punizione di Sch÷ne che Buffon respinge con difficoltÓ e che frutta l'azione del pareggio: Agudelo intercetta e devia un passaggio, palla a KouamÚ che tira di destro in modo sporco e segna.

Nella ripresa partita sofferta, ma pure in 10 il Genoa trova una grande opportunitÓ con Gumus che serve Pinamonti che per˛ Ŕ contrastato e liscia la palla a due passi da Buffon. Pioggia, rossobl¨ stanchi. La Juventus nel primo tempo aveva scaldato le mani di Radu con Dybala, ora trova tante conclusioni centrali e alcune molto pericolose che finiscono fuori: un colpo di testa di Ronaldo, un tiro di Douglas Costa. Segna Ronaldo al 90' ma Ŕ in fuorigioco di mezzo metro e l'arbitro annulla. Il Genoa nonostante il 51% di possesso palla, non riesce pi¨ a manovrare, l'ultimo sforzo produrrÓ un attacco e una gomitata sui denti di Gumus che nessuno per˛ prenderÓ sul serio per il penalty. A 20 secondi dal fischio finale concediamo l'uno contro uno in area: Ronaldo contro Sanabria. Ronaldo vola, ipnotizza arbitro e VAR e si prende il rigore che porta la Juve in testa alla classifica. Inutili le proteste di Sanabria che dice di non averlo toccato.

La rabbia per il punto perso svanisce al pensiero dell'umiliazione di 10 giorni fa.


Il gol di KouamÚ  


JUVENTUS - GENOA   2 - 1(10 - 30/10/19)
36' pt Bonuccci, 40' pt KouamÚ, 51' st Ronaldo (rig)
Buffon, Cuadrado, Rugani , Bonucci , Alex Sandro, Khedira (16' st Ramsey), Bentancur , Matuidi (16' st Rabiot ), Bernardeschi (34' st Douglas Costa), Ronaldo, Dybala [All. Sarri, Szczesny, De Sciglio, De Ligt, Danilo, Emre Can, Pinsoglio, Olivieri]
Radu, Ghiglione, Romero, Zapata, Ankersen, Sch÷ne, Cassata , Pandev (23' st Gumus), Agudelo (39' st Radovanovic), KouamÚ (36' st Sanabria), Pinamonti [All. Motta, Marchetti , Jandrei, Barreca, Goldaniga, El Yamiq, Biraschi, Jagiello, Saponara]
Arbitro: Giua di Olbia - Corner: 10-2 - Recupero: 0' e 6' - Spett: 20.000