Genoa-Sassuolo 2-1

29' pt Criscito (rig), 33' pt Obiang, 41' st Pandev

Commento
di SdG   ser20200105a

La prima di Nicola, la prima partita del 2020, coincide con la terza vittoria in campionato, un successo essenziale che rimette il Genoa in lotta per la salvezza. Una vittoria importante perch il Genoa ha battuto una squadra apparsa forte sia a livello di gioco che individuale, un successo arrivato dopo un primo tempo contratto e preoccupante e un match con episodi finalmente positivi. Fortuna si dir, beh s certo: la fortuna che aiuta chi lotta con coraggio. E fortuna stata anche aver trovato un Irrati corretto nelle decisioni dubbie.

Il Grifone andato in vantaggio con un calcio di rigore concesso per atterramento di Sanabria, un fallo Juve-Genoa-style, ineccepibile per via del tocco di Obiang sul ginocchio di Sanabria che riceve da Pandev e sposta il pallone per smarcarsi e concludere, ma viene ostacolato. Obiang pareggia subito dopo, troppo solo al limite dell'area riceve, tira e trova pure una deviazione di Biraschi. Poi il mancato raddoppio di Sturaro che si fa respingere le conclusioni da Consigli, due volte in pochi secondi.

Bravi Irrati e il VAR sul gol annullato a Djuricic, un rimpallo con tocco di braccio che mette il serbo in condizione di battere il ritrovato Perin. Evidente dalla Nord. Ineccepibile la decisione sul contrasto maschio, ma sul pallone, di Criscito al limite dell'area su Berardi che come al solito fa una sceneggiata, contropiede con Favilli che serve Pandev tiro, parata e colpo di testa in caduta che insacca il pallone della vittoria.

Il Sassuolo protesta nel dopo partita. Hanno sentito il profumo del sangue e sono tornati a casa sconfitti. Poi per se si guardano i numeri, al di l del possesso palla esagerato 69% per loro, tiri in porta 7 a 3 per il Genoa con 6 tiri a 2 da area di rigore. Tiri totali 10 a 6. Occasioni da gol 7 a 4. Noi lo sappiamo bene che il possesso palla non garantisce i punti. L'avvento di Nicola segna la morte del Tiri-Tera che aveva caratterizzato il periodo Motta.



Il mercato ha inciso fino ad un certo punto in questo successo. Perin subito all'opera su conclusione di testa di Traor controllato male da Ankersen. Nella ripresa una grande uscita al limite dell'area. Provvidenziale. Come una successiva diagonale di Criscito, del resto. Lo svolgimento della partita non ha permesso l'ingresso di Destro, ma si visto Behrami. Appena entrato al posto di Jagiello si visto in campo un giocatore di spessore e la squadra si assestata meglio. Il centrocampo del Genoa oggi nel primo tempo ha sofferto molto. Le nostra maglie sembravano troppo larghe e Duncan e Obiang godevano di troppo spazio. Nella ripresa si visto un atteggiamento quasi "a uomo". Ha bene impressionato Favilli che giocatore di movimento e capace di concludere. All'attivo una girata alta, l'assist a Pandev, il bolide parato da Consigli ma preparato bene e che poteva valere il terzo gol. Per completare il racconto delle occasioni del Genoa, una svirgolata di Sturaro nel secondo tempo da ottima posizione. Peccato.

Pandev sugli scudi, assist del rigore e gol della vittoria, ha corso da leader per 90 minuti. Assente Pinamonti per una contrattura, abbiamo visto un promettente Favilli. Abbiamo Destro. Sanabria si destreggiato. Forse davanti serve ancora qualcosa e a centrocampo bisogna fare delle scelte importanti. Schne relegato in panca, Lerager pubalgico, un giocatore esperto come Behrami fa capire che gli elementi col passo giusto e il senso della posizione sono fondamentali.

Genoa non bellissimo, ma efficace. Anche se ha vinto resta terzultimo in coabitazione col Brescia. Bisogna continuare e macinare punti.


Il gol di Criscito  
Il gol di Pandev  


GENOA - SASSUOLO   2 - 1(18 - 05/01/20)
29' pt Criscito (rig), 33' pt Obiang, 41' st Pandev
Perin, Biraschi , Romero, Criscito , Ankersen, Jagiello (27' st Behrami), Radovanovic, Sturaro (34' st Cassata), Pajac, Sanabria (24' st Favilli), Pandev [All. Nicola, Radu, Marchetti, Zapata, Ghiglione, Goldaniga, Schne, Barreca, Agudelo, Destro]
Consigli, Toljan , Romagna , Ferrari, Kyriakopoulos, Obiang , Locatelli , Traore (48' st Raspadori), Duncan (7' st Djuricic), Boga (33' st Berardi), Caputo [All. De Zerbi, Pegolo, Turati, Muldur, Peluso, Tripaldelli, Piccinini, Mazzitelli, Bourabia, Magnanelli]
Arbitro: Irrati di Pistoia - Corner: 1-6 - Recupero: 1' e 6' - Spett: 20.000