Bologna-Genoa 0-3

28' pt Soumaoro, 44' pt Sanabria, 45' st Criscito (rig)

Commento
di SdG   ser20200215a

Anticipo che segue Lecce Spal. I salentini hanno vinto e aumentato il distacco su di noi. Contro il Bologna che recupera Barrow e Orsolini, sembravano a pezzi, il Genoa deve lasciare a casa Lasse Schöne, Falque che non è pronto, Ghiglione out 40 giorni, Romero acciaccato dalla trasferta di Bergamo, Lerager... In momenti come questi, dovendo affrontare il lanciato Bologna e in attesa di ricevere la Lazio e di andare a Milano rossonera, si capisce quanto tempo sia stato sprecato affidando la squadra all'inesperto Thiago Motta.

Per fortuna è stata indovinata la scelta del terzo tecnico. Davide Nicola ha preso per mano una squadra di perdenti e ha dato i giusti input. I giocatori hanno risposto e ottenuto due pareggi difficili a Firenze e a Bergamo e poi due vittorie pesantissime contro le squadre rivelazione del campionato: Cagliari e Bologna. Per ritrovare due vittorie consecutive si deve tornare al mese di settemre 2018, con Chievo e Frosinone quando c'era lo Zio in panchina.

Bologna reduce da tre vittorie consecutive, Genoa che non vince in trasferta DA GENNAIO 2019. Il Genoa ogni punto se lo deve guadagnare e gioca una partita razionale, ordinata, calma. Perde un po' il controllo nel secondo tempo, mentre si trova con un uomo in più e in vantaggio 2 a 0 grazie ai gol di Soumaoro e Sanabria. Imbrigliato dai gialli a ripetizione rifilati da Massa, un paio compensativi dopo l'espulsione sacrosanta di Schouten, autore di un'entrata killer su Behrami. Lo svizzero giocherà tutta la ripresa con la caviglia gonfia. Ma il Genoa non commette errori e la chiude segnando il terzo gol su rigore col suo capitano.



Gioca Radovanovic, rientra Behrami. C'è Soumaoro. A destra gioca Ankersen. Dodici minuti e Nicola perde Pandev che soffre per un colpo al ginocchio. Il Bologna prova le sue accelerazioni, ma Soumaoro blinda l'area con tre chiusure impressionanti e sugli sviluppi di una palla inattiva, apertura di Radovanovic per Masiello, è pronto alla deviazione vincente. Genoa in vantaggio. C'era già andato vicino con Sanabria su corner di Sturaro, deviazione con respinta di Skorupski. Il Bologna non ci sta e spinge, ma Schouten fa un'entrata sulla quale il VAR non può sorvolare. Massa va a vedere e converte il giallo in rosso. Bologna in dieci. Genoa in controllo, può raddoppiare con Sturaro pescato al limite dell'area, il tiro non è angolato ed esalta Skorupski che mette in corner. Il raddoppio arriva con una discesa di Sanabria che ne salta 5 o 6, fa 70 metri entra in area e piazza un diagonale di destro che Skorupski non riesce a fermare.

Secondo tempo nervosissimo, il Genoa sta rovinando la festa dei 23 mila del Dall'Ara che cercano di influenzare l'arbitro. E' la festa anche di Saputo, arrivato apposta per godersi l'assalto alla zona Europa League. Nicola lascia fuori Ankersen, ammonito, e inizia la ripresa con Goldaniga che deve vedersela con Palacio e sposta Biraschi a destra. Goldaniga fatica un po' a tenere il vecchio campione argentino e si becca subito il giallo pure lui. Palacio proverà in tutti i modi a fare espellere il nostro. Volano calci e cartellini, secondo tempo rude. Ne fa le spese Radovanovic che ha una piccola distorsione al ginocchio, gioca, ma poi chiede il cambio ed entra Cassata. Bologna pericoloso con una conclusione di Barrow e con un'incornata di Svanberg, entrambe fuori.

Il Genoa si difende con ordine. Sbaglia un paio di giocate in attacco perché Pinamonti e Sanabria dialogano male tra loro. Ci pensa Cassata a portare su la palla, conquista una fallo, poi altra discesa e pesca in area Sturaro che anticipa Denswil e viene steso. E' il secondo giallo per il giocatore di Mihajlovic. Mimmo trasforma il rigore con un rasoterra alla destra del portiere.

Ormai le prestazioni devono essere accompagnate da punti e il Genoa ha trovato prestazione e i punti su un campo difficile. Può godersi il meritato riposto e recuperare tutti i suoi acciaccati in vista di Lazio e Milan. Partite da impresa, ma sarebbe importante pescare qualche jolly.


Il gol di Soumaoro  
Il gol di Sanabria  
Il gol di Criscito  


BOLOGNA - GENOA   0 - 3(24 - 15/02/20)
28' pt Soumaoro, 44' pt Sanabria, 45' st Criscito (rig)
Skorupski, Tomiyasu, Bani (14' st Dominguez ), Danilo, Denswil , Poli, Schouten , Orsolini (14' st Olsen), Svanberg (32' st Juwara), Barrow, Palacio [All. Mihajlovic, Da Costa, Sarr, Mbaye, Corbo, Stanzani]
Perin, Biraschi, Soumaoro , Masiello, Anksersen (1' st Goldaniga ), Sturaro , Radovanovic (29' st Cassata ), Behrami, Criscito, Pandev (13' pt Pinamonti), Sanabria [All. Nicola, Ichazo, Marchetti, Zapata, Barreca, Jagiello, Eriksson, Destro, Favilli]
Arbitro: Massa di Imperia - Corner: 4-4 - Recupero: 2' e 4' - Spett: 23.000