Milan-Genoa 1-2

7' pt Pandev, 41' pt Cassata, 31' st Ibrahimovic

Commento
di SdG   ser20200308a

L'esultanza con saluto finale dei nostri sotto ad un settore ospiti immaginario è la sintesi perfetta giornata di campionato, del momento che vive il nostro paese, il calcio e il nostro Genoa.

La gestione dell'emergenza Coronavirus, a livello civile e sportivo, ha indotto Lega Calcio e FIGC a rinviare domenica scorsa ben sei partite, compresa Milan Genoa. Motivo? Per non giocarle a porte chiuse. Gli eventi poi sono precipitati e oggi, sette giorni dopo, si è giocato solo il recupero di quelle sei partite. Come? A porte chiuse... Con polemiche a pochi minuti dall'inizio del primo match programmato (Parma-Spal) e solo in extremis si è deciso di giocare. Osservando alcune disposizioni igieniche ridicole, tipo non darsi la mano tra contendenti e con gli arbitri, mantenimento di un metro di distanza fra avversari all'ingresso in campo, tutto azzerato durante la partita per via dei consueti contatti.

La sensazione è che il campionato non arriverà alla fine. Già il fatto che il Genoa abbia spostato 50 persone in una zona a rischio contagio come Milano, soggetta a restrizioni e limitazioni di spostamento per decreto, la dice lunga.

Buon per il Genoa che ha giocato questa partita e in un Meazza a porte chiuse e ha conquistato una vittoria importantissima contro il Milan di Ibrahimovic.



Un Genoa molto ordinato in difesa dove Romero è rientrato e si è aggiunto a Soumaoro e Masiello, con Biraschi laterale destro e Mimmo laterale sinistro. Biraschi per limitare Rebic. Il Genoa bravo a sviluppare il gioco a sinistra con Mimmo e Cassata, ma colpisce a destra al 7' con un'incursione di Sanabria che Hernandez, arriva sul fondo e mette in mezzo per Pandev che in mezzo a tre segna a porta vuota. Il Milan ci prova e trova una grande occasione con Ibra servito da Calhanoglu, è solo, di testa, Perin respinge. Altra occasione e triangolo fra i due rossoneri, va al tiro Calhanoglu, Perin chiude e respinge. Genoa ordinato, Sanabria lancia Mimmo che entra in area, ma viene stoppato da un rossonero. Stessa situazione dall'altra parte dove Biraschi stoppa Rebic al momento del tiro. Il Genoa raddoppia al 40' con azione di Biraschi, a destra, che mette in mezzo, tacco di Schöne e tocco di Cassata che segna il suo secondo gol consecutivo.

Dopo il riposo il Milan accelera, impone il suo ritmo, non è facile per il Genoa uscire. I cambi di Pioli, dentro Leao e Bonaventura, inducono Nicola a rendere il centrocampo più muscolare, esce Schöne ed entra Sturaro. Purtroppo dopo 5 minuti si fa male Behrami. Deve entrare Jagiello e il centrocampo è rivoluzionato. Il Genoa soffre la pressione e non riesce a ripartire. Pandev è stanco e inizia a sbagliare. Sanabria e Cassata fanno un partitone, ma il Genoa subisce il gol sugli sviluppi di un corner peraltro evitabile:cross, tiro respinto da Soumaoro il pallone resta lì e Ibra non si fa pregare. Restano 14' da giocare più recupero che sarà di 5'. Entra Pinamonti per Pandev, fa a sportellate.

Il carattere dei giocatori di Nicola, oggi alla sua centesima partita in serie A da tecnico, ma anche l'apporto dei nuovi acquisti in difesa permettono ai nostri di reggere fino alla fine. Si tiene il pallone in attacco, il recupero passa, ma tant'è Doveri aggiunge 30 secondi per un cambio del Milan e s'inventa un fallo che permette ai rossoneri di provare l'ultimo assalto, Masiello e Criscito respingono l'ultimo pallone, sospiro di sollievo, la partita finisce.

Se il campionato continuerà, sabato al Ferraris sarà a porte chiuse, ma i ragazzi potranno immaginare la Nord che li spinge a consolidare quella salvezza che oggi è ritornata virtuale.


Il gol di Pandev  
Il gol di Cassata  


MILAN - GENOA   1 - 2(26 - 08/03/20)
7' pt Pandev, 41' pt Cassata, 31' st Ibrahimovic
Begovic, Conti (46' st Calabria), Gabbia, Romagnoli , Theo Hernandez, Kessie, Bennacer, Castillejo, Calhanoglu (11' st Bonaventura), Rebic (11' st Leao), Ibrahimovic [All. Pioli, Soncin, Donnarumma.A, Biglia, Musacchio, Paquetà, Saelemaekers, Laxalt, Brescianini]
Perin, Soumaro, Romero, Masiello, Biraschi, Behrami (17' st Jagiello), Schöne (11' st Sturaro), Cassata, Criscito , Sanabria, Pandev (34' st Pinamonti) [All. Nicola, Ichazo, Marchetti, Zapata, Barreca, Falque, Eriksson, Destro, Favilli, Ankersen]
Arbitro: Doveri di Roma - Corner: 7-5 - Recupero: 1' e 6' - Spett: 0

Note: Partita rinviata domenica 1 marzo 2020 e recuperata domenica 8 marzo a porte chiuse causa CoVid 19