SAMPDORIA-GENOA 1-2

22' pt Criscito (rig), 32' pt Gabbiadini, 28' st Lerager

Commento
di SdG   ser20200723a

Fiero dei nostri giocatori, finalmente una partita tutta testa, concentrazione, cuore e sudore. Un derby Ŕ un derby e i tre punti di stasera sono troppo importanti per l'obiettivo finale che adesso si pu˛ sperare di centrare. Nell'immaginario collettivo strisciato c'era la nota vendetta da consumare e la vittoria pi¨ larga di tutti i tempi da ottenere. Ma il retrocessore Ŕ uno soltanto. Va bene essere babbei, ma non fino a questo punto. Glielo ripetiamo per l'ennesima volta: Ŕ San Mauro Boselli. Unico e inimitabile.

I "maratoneti", cosý li ha definiti il giornale cittadino, non hanno fatto i conti con l'orgoglio rossobl¨ attizzato sapientemente dai nostri ultrÓ ieri sera al Tower Hotel.

Primo derby giocato senza tifosi e alle 21:45. E' stata una lunga attesa. Ma ne Ŕ valsa la pena. Genoa in vantaggio su calcio di rigore calciato da Mimmo Criscito sotto la traversa. Fallo di Colley, un calcione a Pandev. La reazione dei giocatori di Ranieri si infrange ai nostri venti metri. Gli ci vuole l'unico svarione difensivo della serata e un assist di Rimpallovic, il loro fuoriclasse di sempre, per servire Gabbiadini che Ŕ stato bravo allargarsi nella terra di nessuno, non presidiata dai nostri. Tiro imparabile.



Il Genoa prima del riposo si riporta in vantaggio con Lerager, ma il gol Ŕ annullato dal VAR per millimetrico fuorigioco di Romero che va a saltare confondendo Audero che perde il pallone.

Da Lecce non arrivano buone notizie, Lapadula, proprio lui che Ŕ nostro, ha segnato una doppietta. Un punto Ŕ da portare a casa a tutti i costi. Difficile sperare in una vittoria che per˛ arriva al 72' con un'azione sulla fascia sinistra e grazie alla caparbietÓ di Jagiello che ruba il pallone a Bereszynski e serve Lerager che saetta un rasoterra sul primo palo di Audero.

La Sampdoria attacca in massa. L'occasione Ŕ in una triangolazione Ramirez Quagliarella Ramirez con tiro rasoterra dell'uruguaiano che Perin neutralizza. Ultimi minuti di ansia pura. Corner e punizioni che i nostri sventano, la punizione al 93' sa tanto di beffa, ma non si molla un millimetro. Perin fa sua la sfera e sul rinvio c'Ŕ il fischio finale.

Il Genoa oggi ha dovuto fare a meno di Sturaro, Cassata, Behrami, Radovanovic. E Soumaoro, ma lui non Ŕ infortunato. Ha ritrovato Ankersen che Ŕ entrato bene nella ripresa. PerderÓ temiamo nuovamente Romero uscito precauzionalmente per un problema alla coscia. E Lerager, il match winner di questo derby, per squalifica. La rosa Ŕ folta ma non Ŕ infinita. Ci sono altri punti da fare nelle prossime tre partite. Ne chiedevo 4 e 3 sono arrivati subito. Ce ne vogliono altri 3. Ragazzi, non fermatevi.


Il gol di Criscito  
Il gol di Lerager  
Chi non salta...  


SAMPDORIA-GENOA 1-2(35 - 22/07/20)
22' pt Criscito (rig), 32' pt Gabbiadini, 28' st Lerager
Audero, Bereszynski , Yoshida, Colley , Augello, Linetty, Ekdal (31' pt Vieira ), Thorsby (30' st Depaoli), Jankto , Bonazzoli (18' st Quagliarella), Gabbiadini (30' st Ramirez) [All. Ranieri, Seculin, Tonelli, Askildsen, Murru, Bertolacci, Chabot, Leris, Maroni]
Perin, Biraschi , Romero (19' st Goldaniga), Masiello (38' st Zapata), Criscito , Falque (37' st Ankersen), Lerager , Sch÷ne, Jagiello (35' st Barreca), Pinamonti (38' st Favilli), Pandev [All. Nicola, Ichazo, Marchetti, Behrami, Eriksson, Ghiglione, Rovella, Destro]
Arbitro: Guida di Pompei - Corner: 5-0 - Recupero: 3' e 4' - Spett: 0